Il giudice Lucy Koh di U.S. District ha richiesto una deposizione da parte di Tim Cook. Apple e altre aziende del settore tecnologico sono state denunciate per un accordo preso tra di loro riguardante l’assunzione di nuovi dipendenti.

image

Un’intesa che risale al 2005. Sette le aziende coinvolte, precisamente Apple, Adobe, Pixar, Lucasfilm, Google, Intel e Intuit. Tra di loro si era raggiunto un accordo, tramite il quale si impediva a ognuna di queste compagnie di assumere impiegati che fossero stati cacciati da un’altra tra le sette aziende citate. Per farla breve, tra di loro non ci doveva essere alcuno scambio di lavoratori.

Il giudice Koh, che si occupa del caso, è ovviamente consapevole che Tim Cook non era amministratore delegato Apple nel 2005. Sono state intercettate, infatti, solo alcune mail di Steve Jobs, ma sono state sufficienti per coinvolgere Apple ed il suo attuale CEO, che dovrà lasciare una sua testimonianza, come riportato ieri da “Bloomberg”. Koh non riesce a credere che Cook, a suo tempo, non sia stato consultato sulla questione, in quanto il suo ruolo all’interno dell’azienda era comunque rilevante.

Dal 2010 il Dipartimento della Giustizia si sta occupando delle indagini sull’accaduto. Nel frattempo, gli impiegati hanno dichiarato di sentirsi fortemente danneggiati da tali azioni anti-concorrenziali.

Ovviamente, a far da padroni, sono stati gli interessi economici comuni tra le aziende. Vi terremo aggiornati nel caso vi siano novità rilevanti.

[via]


Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone