Alcuni dirigenti TSMC sostengono che la domanda dei chip di prossima generazione, a 20nm, sarà spropositata in confronto all’attuale da 28nm. Questa affermazione sembra essere possibile grazie ad ormai probabili accordi commerciali presi con la società di Cupertino, la quale dovrebbe delegare a TSMC la costruzione dei nuovissimi SoC per i propri dispositivi mobili.

tsmc01

Apple sta cercando in ogni modo di eliminare Samsung come produttore e allo stesso tempo fornitore delle componentistiche basilari dei propri dispositivi mobili. Se per componenti di minimo rilievo il passaggio è stato più semplice, cambiare l’intera produzione dei SoC( system-on-chip, in cui vengono inseriti CPU, GPU, RAM e altri componenti essenziali per il completo funzionamento del dispositivo su cui esso è montato) con superficialità è praticamente impossibile.

Un cambiamento del genere prevede tempi  molto lunghi, ma sembra che questi stiano per concludersi con l’inizio del prossimo anno. È quanto si evince dalle ultime dichiarazioni di alcuni dirigenti TSMC, azienda che dovrebbe prendere il ruolo di Samsung nella produzione dei nuovi SoC di iPhone, iPad e iPod touch.

L’azienda Taiwanese prevede una fortissima domanda per i futuri processori a 20nm. Questi potrebbero raggiungere le vendite di tutta la produzione da 28nm nell’arco di solo due anni, superandole nettamente nel lungo termine. TSMC dichiara di non avere nessun problema a soddisfare l’intera domanda , in quanto saranno utilizzati due nuovi stabilimenti che produrranno esclusivamente microprocessori a 20nm.

Se le indiscrezioni dovessero essere vere riguardo al debutto nel 2014 di TSMC come partner principale di Apple nel produrre i SoC, rumor precedenti che parlavano di un chip A6X prodotto da TSMC nel primo quadrimestre del 2013 sarebbero smentiti.

Altre indiscrezioni parlano di un progetto segreto, denominato “Progetto Azalea” il quale dovrebbe prevedere la costruzione di ben quattro stabilimenti situati rispettivamente negli stati di New York, California, Texas e Oregon dedicati esclusivamente alla produzione dei nuovi chip.

Sembra logico fare un diretto collegamento. Il forte aumento della richiesta dei SoC di TSMC è facilmente riconducibile alle trattative in corso tra Apple e TSMC. Queste, potranno anche essere giunte alla conclusione, ma non sarà facile vedere  i chip dell’azienda taiwanese nei dispositivi di prossima generazione che potranno essere presentati nel corso del 2013.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone