Apple ha eliminato dall’AppStore la popolare applicazione di photo-sharing 500px nella quale, secondo Apple, vi sia grande facilità nel trovare foto pornografiche con l’ultimo aggiornamento. La cosa ancora più sbalorditiva è che Apple abbiamo rimosso l’applicazione dopo un’aggiornamento che andava proprio a rendere il motore di ricerca interno ancora più sicuro per l’utente che poteva incappare in queste immagini.

500px

Sarah Perez di TechCrunch riporta:

Il revisore di Apple ha detto che l’ultimo aggiornamento non poteva essere accettato perchè permetteva agli utenti di cercare immagini pornografiche. “Questo, è corretto in parte visto che abbiamo reso l’operazione effettivamente più complicata e quindi è impossibile farlo direttamente dall’app”, spiega Tchebotarev creatore dell’app 500px. I nuovi utenti non potrebbero mai lanciare l’applicazione e semplicemente trovare le immagini di nudo.

Al contrario, l’applicazione ha di default un “Safe Search”( sistema di ricerca con restrizioni) che permette di nascondere queste foto. Per disattivare il Safe Search di 500px, l’utente deve visitare il sito desktop disattivandolo manualmente facendo un’esplicita modifica.

È importante ricordare che non stiamo parlando di porno. Phil Nickinson di Android Central fa notare, che Instagram, Twitter, Google+ e ovviamente ogni web browser app come Safari di Apple contengono a loro volta immagini di nudo e possibile pornografia.

bagsnob_twitter_facebook_pinterest_googleplus_instagram

Ogni app con accesso completo sul web dovrebbe mostrare un messaggio riguardante i possibili contenuti che gli utenti potrebbero trovare. Se 500px non ha incluso una corretta valutazione dell’età minima di acquisto e un messaggio che avrebbe avvertito gli utenti, poteva correggere il tutto prima di rilasciarla pubblicamente.

Apple ha il totale diritto di decidere quali app debbano rimanere nell’AppStore e quali no essendone proprietaria. Nessun governo o nessun altro potere esterno può forzare Apple a rimuovere un’app pubblicata sul suo Store.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone