Nel 2012 Apple ha depositato un brevetto, reso noto solo pochi giorni fa, riguardante l’invenzione delle “Smart Shoes”, le scarpe intelligenti.

13.01.24-Shoe

Questo innovativo modello di calzature possiede al suo interno dei sensori il cui compito è quello di raccogliere informazioni sull’utilizzo della scarpa che verranno elaborate da un processore.

In caso di usura eccessiva, un sistema di allarme avviserà gli utenti della necessità di sostituire le scarpe.

Apple giustifica questo brevetto  sostenendo che le scarpe non devono offrire soltanto comfort e protezione, ma anche stabilità per i piedi durante l’attività fisica. Nel corso del tempo il supporto della scarpa diminuisce riducendo così l’efficacia della sua protezione. Arriva un momento in cui viene raggiunto un “livello di usura critico” e in alcuni casi la scarpa può effettivamente causare danni al piede. Dato che questo livello di usura può non essere evidente per l’utente, i sensori e il sistema di allarme offrono una soluzione per evitare lesioni.

I sensori possono essere di qualsiasi tipo, compresi accelerometri, sensori di pressione e sensori piezoelettrici. I dati vengono elaborati tramite un algoritmo, impostato secondo le specifiche del costruttore della calzatura, che determina il punto in una scarpa ha raggiunto la soglia dell’usura.

Il sistema può essere applicato anche nel tempo valutando campioni ad intervalli periodici. Ad esempio, se una scarpa è valutata per 500 ore di utilizzo, l’allarme suonerà dopo che il sistema ha rilevato questa quantità di tempo di attività.

[via]




Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone