Il principale rivale mette sotto pressione Apple nel tentativo di costringerla a rendere pubblico il codice sorgente di iOS.

nimble-kit

Il primo attacco lanciato ad Apple per farle rendere pubblico il codice sorgente di iOS è stato lanciato da Samsung nel 2011 quando, tramite un tribunale australiano, aveva manifestato l’esigenza di dare un’occhiata nel firmware iPhone 4S al fine di verificare una presunta violazione di brevetti.

Lo stesso tentativo Samsung lo sta effettuando adesso in casa. L’azienda sudcoreana ha infatti richiesto ad un tribunale locale di ordinare ad Apple di rivelare il codice sorgente di iOS 6 per giudicare se il sistema operativo mobile dell’azienda di Cupertino viola i suoi brevetti tecnologici con particolare riferimento al centro notifiche.

Apple è fortemente intenzionata a rifiutare la richiesta del suo rivale definendola ridicola sostenendo inoltre, tramite i propri avvocati, che sarebbe gravissimo dover rinunciare a proteggere i propri dati più importanti. Anche Motorola e Google hanno effettuato in passato lo stesso tentativo senza alcun risultato.

Il Korea Times riporta la notizia che il giudice deve ancora decidere se accogliere o meno la richiesta di Samsung. Si annuncia una nuova battaglia.

[via]




Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone