Skinput è una tecnologia di input che utilizza bio-acustiche per localizzare pulsanti interrativi sulla pelle grazie ad un pico-proiettore posto sul bicipite che permette di fornire un’interfaccia grafica direttamente sul corpo dell’utente. La tecnologia è stata sviluppata da Chris Harrison, Desney Tan e Dan Morris per Microsoft Research. Cosa ci dobbiamo aspettare da questa tecnologia?

IMG_0123

Skinput utilizza l’acustica sfruttando le proprietà naturali del suono del corpo umano attraverso la sua conduttività (ad esempio, la conduzione ossea). Questo permette al corpo di diventare una sorta di superficie d’ingresso senza però la necessità che la pelle sia ricoperta da sensori, indicatori di monitoraggio, o altri oggetti. La particolarità di Skinput consiste nella sua capacità di distinguere quale punto dell’avambraccio o della mano viene toccato traducendo poi le vibrazioni sonore rilasciate dalla pelle.

IMG_0124

Microsoft non ha commentato sul futuro del progetto, se non che è in fase di pieno sviluppo. Pur essendo un progetto interno di Microsoft Research, Skinput è stato presentato più volte pubblicamente. La prima apparizione in pubblico fu al Microsoft TechFest 2010, in cui lo Skinput è stato utilizzato dal vivo sul palco ed è stata eseguita una dimostrazione interattiva di una semplice applicazione mobile con quattro modalità: lettore musicale, e-mail, Tetris e segreteria telefonica. Questo tipo di interfaccia grafica sicuramente non apparirà in tempi brevi ma sarà davvero una sorpresa vedere cosa ci riserverà il futuro.

Eccovi un video dimostrativo di tale tecnologia.

In conclusione possiamo dire che se mai uscirà un prodotto del genere non potrà altro che essere un passo avanti per il progresso della tecnologia del ventunesimo secolo.

[via]


Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone