Tutti amano AirPlay, ma siamo sicuri che non esista qualcosa di migliore per i nostri Mac?

Senza dubbio la funzione AirPlay dei nostri Mac è davvero interessante. Possiamo trasmettere ciò che vogliamo, compresi i film, dallo schermo del nostro computer, allo schermo della nostra televisione connessa ad un Apple TV. Questa funzione ha, però, due limitazioni: la prima è che innanzitutto AirPlay non funziona affatto su Mac rilasciati prima del 2011; la seconda invece è questa: se stiamo trasmettendo in streaming un film ad Apple TV con AirPlay, non possiamo effettivamente fare una qualsiasi altra cosa con il nostro Mac, mentre il filmato è in riproduzione. Questo perché, se per esempio si passa dal lettore video a Mail per controllare la posta elettronica, questa viene proiettata a tutto schermo sulla TV.

Oggi c’è un’applicazione che ci permette di risolvere questi piccoli inconvenienti: si chiama Beamer ed è davvero formidabile. La prima cosa da sapere su Beamer è quanto sia semplice. Avviata l’applicazione, questa si connette automaticamente al più vicino Apple TV (o, se per qualche motivo ci sono più di uno, vi chiede a quale si desidera connettersi), si trascina un film su di essa e si avvia automaticamente la riproduzione su un altro schermo. E questo è tutto! È possibile mettere in pausa il filmato o modificare i sottotitoli, ma per il resto non c’è nessuna perdita di tempo: basta un drag-and-drop e siamo già a riproduzione avviata.

La genialità di questa applicazione è la sua leggerezza, e il trattare la Apple TV proprio come se fosse una seconda schermata, in modo da consentirci di fare tutto ciò che vogliamo sul nostro Mac, compreso controllare la posta in tutta privacy.

Ma i vantaggi di questa applicazione non sono ancora finiti: con Beamer, a differenza di AirPlay, il telecomando di Apple TV funziona. È possibile mettere in pausa, usare l’avanzamento veloce, il play e il riavvolgimento, il tutto dal telecomando senza armeggiare con il Mac ogni volta che si desidera interrompere un film!

Beamer supporta una tonnellata di diversi formati di file, come ad esempio AVI, FLV, M4V, MKV, MOV, MP4 e WMV.

Se proprio vogliamo trovare un difetto è questo:  l’applicazione non supporta playlist video e quindi si può trascinare e rilasciare solo un film alla volta, senza coda di riproduzione (come invece accade su VLC, per intenderci).

È possibile acquistare Beamer dal sito ufficiale per $ 15 per tutti i Mac, anche quelli precedenti al 2011. C’è anche una demo gratuita.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone