Alcuni rumors affermano che Apple potrebbe essere pronta a lanciare un servizio e-wallet per la fine dell’anno corrente.

661wallet copia

 

Un’analisi ha rilevato che Apple potrebbe seguire la filosofia di alcuni tentativi precedenti di altre aziende, come Google Wallet, per il fatto che l’azienda di Cupertino, a partire dai dati dello scorso Gennaio ha più di mezzo miliardo di numeri di carte di credito degli utenti, associate ai loro account di iTunes.

Apple non ha ancora un servizio del genere: infatti anche se l’applicazione Passbook, presente sui dispositivi Apple con iOS 6, consente di raccogliere una serie di servizi come ad esempio tessere sconto, biglietti di eventi, carte d’imbarco e tanto altro, non possiede vere e proprie funzioni e-wallet.

Venerdì, Gene Munster di Piper Jaffray in una nota di ricerca agli investitori, ha affermato che Apple potrebbe fare il suo ingresso nel mondo dei portafogli digitali nei prossimi anni. Alcune voci recenti invece,  hanno suggerito che il portafoglio elettronico di Apple potrebbe essere legato alla tanto chiacchierata funzionalità di scansione delle impronte digitali, forse implementate nel nuovo iPhone 5S, e quindi in uscita entro la fine dell’anno. Munster rimane comunque dell’idea che una tale funzione non abbia probabilità di realizzazione almeno fino al 2014.

Se, e quando Apple deciderà di attuare la sua soluzione digitale al portafoglio, Munster ritiene che la società potrebbe utilizzare un altro standard wireless, in sostituzione, o, eventualmente in aggiunta, al sistema NFC. Gli attuali utilizzi dell’ NFC possono infatti portare a potenziali problemi di sicurezza, e Apple ha finora scelto di evitare di aggiungere questa tecnologia wireless ai suoi modelli di iPhone esistenti.

Al di là dei problemi di sicurezza, una delle principali barriere al successo di Apple in questo campo, sono le partnership con i venditori al dettaglio, sempre secondo Munster. PayPal, per esempio, ha fatto un buon lavoro nella creazione di partnership con i rivenditori. Dobbiamo considerare però, che anche Apple potrebbe avere un vantaggio in questo senso, grazie ai suoi rapporti con alcune delle più grandi società degli Stati Uniti, come Walmart, Target e Best Buy. Apple potrebbe dunque sfruttare tali relazioni per aiutare l’eventuale lancio del proprio servizio e-wallet.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone