Un documento di supporto rivela che Apple cambierà il comportamento della funzione VPN On Demand su dispositivi iOS che utilizzano la versione 6.1 o successiva per mezzo di un aggiornamento software che verrà rilasciato alla fine del mese corrente.

12.11.10-VirnetX

 

Le modifiche sono state rese necessarie a causa di una citazione in giudizio, risalente lo scorso anno, da parte di VirnetX nei confronti di Apple per la violazione di una raccolta di brevetti di rete che non erano di proprietà dell’azienda di Cupertino. Alla fine quest’ultima è stata costretta a pagare una sanzione da 368 milioni di dollari. Nella giornata di ieri Apple ha annunciato in un documento di supporto che

“I dispositivi che utilizzano iOS 6.1 o successivi con la funzione VPN su richiesta impostati in modalità per “sempre” si comporteranno come se fossero configurati con l’opzione “Stabilire se necessario”. Il dispositivo tenterà di stabilire una connessione VPN su richiesta solo se non è in grado di riconoscere il DNS dell’host che sta cercando di raggiungere. Questo cambiamento sarà introdotto tramite un aggiornamento a fine mese.”

Tale documentazione delinea una serie di scenari che possono causare difficoltà per gli utenti, in particolare quando si contattano i server che presentano diversi contenuti interni ed esterni, o che li risolvono esternamente ma non possono essere contattati. Agli utenti che soffrono queste difficoltà, Apple suggerisce di attivare la connessione VPN manualmente se necessario. Comunque sia è un inconveniente potenzialmente significativo per gli utenti che hanno bisogno di fare ampio uso della funzione.

La Rete privata virtuale (VPN), che è più comunemente utilizzata per accedere a reti aziendali, consente agli utenti di connettersi in modo sicuro a una rete privata attraverso reti pubbliche come se il dispositivo sia direttamente sulla rete privata. Apple afferma che affronterà il problema con soluzioni alternative in un futuro aggiornamento del software, ma non ha dato alcuna indicazione sulle opzioni che saranno disponibili per gli utenti e quando l’aggiornamento può essere visualizzato.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone