Apple sta lavorando, ormai da molto tempo, su l’uso del display di vetro flessibile, quindi ci chiediamo quali prodotti di Apple utilizzeranno questa novità. La risposta è molto semplice: tutti!

willowglass

Quando le persone pensano al display flessibile, pensano ad uno schermo di piccole dimensioni, come ad esempio quello dei gadget come l’iWhatch, oppure quello dell’iPhone. Ciò di cui non ci rendiamo conto al pensiero di questo nuovo display, è che può essere integrato praticamente su qualsiasi dispositivo prodotto da Apple.

Apple ha assunto un ingegnere ottico senior per condurre le indagini sulle tecnologie di visualizzazione emergenti,tra cui appunto il nostro display flessibile, per migliorarne le prestazioni ottiche.

Come si fa a migliorare l’iMac, un dispositivo molto elegante, sottile, brillante e bello?
Anche questa volta, la risposta è molto semplice: utilizzando la tecnologia di visualizzazione flessibile. Apple potrebbe costruire un iMac molto più avvolgente, con 30 cm di altezza e quattro o cinque metri di diametro, con una curva intorno a semicerchio, in modo da avere una visualizzazione perfetta anche da breve distanza.

Monitor simili a questo esistono già, ma utilizzano una tecnologia di proiezione di qualità molto bassa, il display flessibile invece permetterà schermi brillanti come l’iMac di oggi, solamente che sarà curvo.

I display flessibili potrebbero migliorare notevolmente anche i futuri iPhone ed iPad, per cominciare, si potrebbe ridurre di molto il costo tecnico del supporto Apple. Il vetro flessibile ha la consistenza del vero vetro, ma si piega come la plastica sotto stress.

In questo momento, i lati di un iPhone o iPad mostrano dei pulsanti fisici, questi potrebbero essere invece sostituiti da pulsanti virtuali, posizionati su uno schermo che avvolge il bordo esterno del dispositivo. Il vantaggio è che i pulsanti potrebbero cambiare a seconda dell’applicazione in esecuzione.

Possiamo già immaginate un iPhone in cui, sia la parte anteriore che quella posteriore, sono formate da uno schermo flessibile continuo.
Un’altra versione potrebbe avere lo schermo “piegato”, così da poter essere chiuso come un computer portatile e protetto dalle intemperie.

Pensate a come Apple sia riuscito a cambiare i suoi dispositivi nel corso degli anni.

Il primo vero PC di Apple, l’Apple II, sembrava un vecchio registratore di cassa, l’Apple III sembrava una vecchia TV e la prima serie di Macintosh sembrava un tostapane. Continuando, il primo iMac sembrava un casco gigante alieno e l’iMac G4 una lampada. L’attuale iMac invece, appare come una lastra di vetro.

Anno dopo anno, Apple trasforma completamente il design dei suoi desktop, quindi possiamo aspettarci lo stesso per i suoi telefoni e tablet.

Tutte belle voci, niente di ufficiale, ma siamo sicuri che l’uso della tecnologia di visualizzazione flessibile permetterà di trasformare completamente i dispositivi di Apple in qualcosa di veramente unico.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone