Cinque dipendenti che lavorano presso un distributore ufficiale Apple in Cina, sono stati arrestati dopo che hanno sfruttando la politica di ritorno di Apple attraverso la sostituzione di componenti falsi di iPhone per quelli veri.

tech-us-china-iphone-e1317293430712

Il gruppo ha inviato 121 pezzi falsi di iPhone 4S e li hanno sostituiti per quelli veri raggiungendo un valore di CN ¥ 400.000 ($ 64.117), che hanno poi utilizzato per costruire e vendere iPhone falsi.

La truffa, iniziata nel mese di dicembre, è stata in corso per più di un mese prima che Apple ha notato questi cambiamenti e ha subito preso provvedimenti. Il gruppo di dipendenti hanno fatto di tutto per rendere i pezzi falsi quanto più simili possibile a quelli veri, aggiungendo anche dei veri numeri di serie di iPhone nel tentativo di evitare il rilevamento.

Il distributore ha inizialmente negato ogni accusa, ma la polizia ha iniziato a sospettare che qualcosa non quadrava quando hanno scoperto che 118 dei 121 iPhone sono stati attivati ​​lo stesso giorno e che contengono lo stesso identificativo “C8PJ” nei loro numeri di serie. La polizia ha dichiarato che vi erano poche possibilità che così tante unità dello stesso dispositivo avevano bisogno di riparazione nella stessa giornata.

Apple ha avvisato le autorità della truffa nel mese di gennaio, ma secondo quanto riferito, l’azienda di Cupertino deve ancora recuperare le parti rubate. Si ritiene che il gruppo ha realizzato un utile di circa CN ¥ 1.000 ($ 161) su ogni iPhone falso che hanno venduto.

[via]


Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone