Prendete Uncharted, una delle più blasonate esclusive per Ps3, sottoponetelo ad un downgrade tecnico per poterlo rendere compatibile con i dispositivi votati al gaming di casa Apple ed otterrete Shadow Guardian, ultima fatica Gameloft da poco disponibile in Appstore.

Il concept di gioco si ispira direttamente al capolavoro succitato e ci vede impersonare Jason Call, un eroico avventuriero che si trova a dover difendere la “Materia Prima”, una potentissima reliquia nascosta in un antico tempio al centro di una millenaria e misteriosa leggenda, dalle grinfie di una squadra di pericolosi mercenari pronti a tutto per impossessarsene con l’unico scopo di assoggettare il resto dell’umanità.

Il metodo narrativo scelto per presentarci la storia è legato ad una serie diflash back nei quali il nostro alter ego sarà impegnato nel gameplay action/adventure in stile TPS (sparatutto in terza persona) che il gioco propone.

Ci troveremo, infatti, a passare dalla giungla più fitta, alla sabbia del deserto, attraverso una pericolosa città fino alle antiche rovine, intervallando fasi di pura esplorazione alla ricerca di collezionabili e di tutto quello che serve per proseguire nell’avventura, a fasi dal forte appeal action dove dovremmo dar fondo a tutto il nostro arsenale, composto da differenti armi dal calibro più o meno grande come pistole, mitragliatrici, fucili ed rpg, per avere la meglio sulle milizie mercenarie che cercheranno di ucciderci ad ogni costo.

Jason, potrà effettuare diverse azioni a seconda del momento e del luogo dove in cui si trova. Può infatti correre, saltare, arrampicarsi, raccogliere oggetti e munizioni, scegliere l’arma da equipaggiare oppure mettersi in copertura per poi passare al contrattacco sparando alla cieca oppure prendendo bene la mira passando ad una visuale più stretta sugli obbiettivi.
Tutto è reso possibile grazie all’interfaccia di comando composta da una levetta virtuale sinistra e da una serie di pulsanti nella parte destra con i quali compiere le azioni precedentemente descritte.

In più, effettuando una serie di slide sullo schermo è possibile modificare l’angolo di visuale della camera che segue il gioco.
Il passaggio da un livello all’altro è scandito, oltre che dalla classica sfida contro un nemico più ostico e coriaceo, da alcune cut scene realizzate con il motore grafico del gioco che fungono da raccordo con la storia.

nemici che ci troveremmo ad affrontare saranno molti, ben armati e potranno utilizzare anche mezzi di terra o aerei per complicarci ancor più la vita. In tal senso la gestione dei tempi di copertura, durante i quali saremo nascosti dietro una roccia o un rudere, si rivelerà fondamentale per recuperare energia, quando ci troveremo in difficoltà e l’alone rosso che evidenzia l’eccesso di colpi subiti si farà più presente.

A livello tecnico il titolo è ben reso, tenendo sempre presente i dispositivi per i quali il gioco è stato creato. La grafica è qualitativamente buona anche se, testandolo su un 3Gs, si è evidenziata in alcune occasioni un effetto “Pop In” che sfocia in una degenerazione dei colori delle texture dei poligoni legati a determinate strutture. Le animazioni presenti legate sia al protagonista che ai nemici, risultano nel complesso buone, specialmente quelle legate ai movimenti di Jason.

L’esperienza visiva fornita dal prodotto raggiunge però l’apice nella versione HD per iPad.

Anche il comparto sonoro che accompagna l’azione di gioco, è ben reso e concorre ad accentuare l’atmosfera di gioco ispirata alle produzioni cinematografiche dello stesso genere. Per quanto riguarda i comandi, c’è stata la necessità di adattare il tutto ad un dispositivo touch e di dover sfruttare qualche piccolo “trucchetto” per facilitare l’utilizzatore ad interagire con le tante azioni che il protagonista può compiere. Ci riferiamo ad esempio all’introduzione dell’auto mira, che aiuta durante la bagarre e che si attiva appena si entra in soggettiva, oppure all’indicazione visiva che segnala al giocatore quale pulsante premere in quel particolare momento. Purtroppo anche in questo prodotto è evidente il limite che i controlli tattili raggiungono dovendosi adattare ad un gameplay complesso ed articolato come quello proposto dal titolo.

Per cui Shadow Guardian è un gioco abbastanza impegnativo e molto ambizioso per quello che si propone ma che si scontra con dei limiti fisici propri  dei dispositivi per i quali è concepito, primo fra tutti la limitata area visiva ed i controlli touch.
La versione per iPad è sicuramente la migliore visto che in parte colma queste carenze e si fregia di un comparto grafico superiore. Consigliamo il gioco agli appassionati del genere che vogliono vivere l’avventura offerta dal titolo seppur dovendo raggiungere qualche compromesso a livello di manovrabilità.

Shadow Guardian è disponibile su AppStore al prezzo di 4,99 € tramite questo link.

Shadow Guardian è disponibile anche in HD al prezzo di 5,49 € tramite questo link.

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone