Come tutti abbiamo modo di vedere, prima dell’uscita di un nuovo dispositivo Apple molte voci, rumors e dicerie circolano in rete. Saranno tutte vere?

In questo articolo ci concentreremo principalmente sul perché l’iPad non potrà avere un retina display

Image and video hosting by TinyPic

Display Retina: display la cui densità di pixel non permette la visione di ogni sua singola parte attraverso il nudo l’occhio umano. Generalmente superiore ai 300 ppi.

Analizziamo la definizione.

1. Come possiamo leggere, il display retina non è un’invenzione di Apple.

2. Il pixel è ciascuna unità che compone uno schermo LCD. Si illumina di diverso colore a seconda di quanta energia elettrica gli viene fornita.

3. ppi = points per inch ovvero punti per pollice.

Si può sintetizzare dicendo: il display retina non è altro che un “casino” di pixel in uno spazio molto piccolo.

Per calcolare i points per inch bisogna dividere la misura espressa in pixel orizzontale dello schermo per la diagonale di esso. Quindi, se lo schermo dell’iPhone 4 ha una diagonale di 2 pollici, va divisa per 640 (che è il suo lato orizzontale). Da questo otteniamo 320 ppi.

Applichiamo la formula inversa allo schermo dell’iPad.

La diagonale, 9,7 pollici, moltiplicata per 320 ppi (risoluzione da raggiungere) da come risultato 3104 pixel.

Semplicemente da questo dato si può facilmente capire che 3104 pixel è una cifra veramente e quindi non raggiungibile da un dispositivo portatile quale l’iPad, sia per questioni di durata della batteria sia per lo sforzo che deve compiere il processore per gestire tutto quel “casino” di pixel.

E poi, sotto sotto, avere uno schermo così non è poi la necessità di ogni persona. A cosa serve avere 320 ppi, quando per l’HD ne bastano 83?

Cosa ne pensate?

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone