Wozniak, storico co-fondatore di Apple, ha dichiarato alla BBC che non considera molto “corretto” il sistema utilizzato da Apple per ridurre la pesante tassazione a cui è sottoposta. Naturalmente, si parla sul piano morale e non legale, sul quale Apple sembra per ora inattaccabile.

steve-wozniak

 

Wozniak non si riferisce solamente ad Apple durante questa intervista, ma va oltre, criticando anch’egli il sistema fiscale americano e auspicandone una riforma a breve per i grandi brand, ma in maniera diametralmente opposta a quella proposta di Tim Cook poco meno di due settimane fa.

Il co-founder di Apple infatti asserisce che “le persone non sono tassate sui loro profitti, ma sulle loro entrate. Le aziende sono come delle persone, secondo la mia linea di pensiero, ma tuttavia vengono tassate sui loro profitti”, specificando poi: “una persona potrebbe dire ‘La mia vita è il mio business, devo sostenere spese per la casa, il cibo, i vestiti, i miei familiari, e quello che avanzo posso metterlo da parte come guadagno’, e non è su quel guadagno che la persona è tassata! Perché le grandi aziende sì allora?”.

Wozniak aggiunge poi: “Questo sistema contribuisce ad arricchire i ricchi e ad impoverire i poveri. Finché non si cambia questo sistema, non cambierà neppure questa situazione”.

E voi cosa ne pensate? E’ giusta la situazione attuale? Oppure Apple e simili dovrebbero essere tassate sulle loro entrate? Oppure, ancora, le persone comuni dovrebbero essere sui loro profitti e non sui loro introiti?

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone