Un comitato Irlandese, dopo un attenta analisi di tutte le carte e documentazioni a propria disposizione, ha stabilito di non intervenire sulla questione relativa alla tassazione delle attività di Apple e Google all’interno della nazione d’oltre Manica

Apple e le tasse in Irlanda

La decisione è stata presa nonostante le pressanti e numerose richieste pervenute da più parti affinché il governo intervenga sulle modalità con cui vengono tassate le attività delle multinazionali straniere all’interno dell’Irlanda. Qualche settimana addietro Apple e Google erano state accusate di far uso di scorciatoie e trucchetti per non pagare tasse eccessive, o per non pagarne proprio, sulle vendite dei loro prodotti e servizio in ambiti internazionali; nello specifico ad Apple è stata rivolta l’accusa di aver usato una società Irlandese satellite, a dipendenti zero, in modo da pagare solo lo 0,05% di tasse su un totale di proventi in 4 anni pari a 78 miliardi di dollari.

Secondo quanto riferito dal The Guardian, il responsabile del comitato affari finanziari del parlamento Irlandese, Ciaran Lynch, ha dichiarato quanto segue:

“Continuerò personalmente questa battaglia per cercare di fare chiarezza sulle attività e sulla tassazione delle multinazionali straniere sul nostro territorio. Se c’è qualcosa da pagare è giusto che la si paghi”

Staremo a vedere come andrà a finire questa storia…..

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone