Le SIM card erano state definite “invulnerabili” agli attacchi degli hacker; oggi, invece, ciò che le rende hackerabili sono gli SMS.

Si trattava solo di questione di tempo prima che una cosa simile sarebbe successa. Ecco che quello che si riteneva impossibile da violare è stato colpito: il maggiore pericolo che può minacciare una SIM card è un semplice SMS. Per fortuna, non tutto il male viene per nuocere, dato che un ricercatore tedescho, Karsten Nohl, ha capito come questo attacco viene sferrato e ha trovato un metodo per difendersi dai cracker.

Secondo Nohl, la SIM può essere violata mandando un SMS anonimo contenente un virus; da lì l’infezione si espande alla carta SIM del destinatario e permette di deviare e registrare le chiamate, inviare messaggi e rubare il credito dalla SIM dell’ignaro destinatario. Nohl ha testato la vulnerabilità e ha scoperto che 25/100 sono in pericolo. In proporzioni su scala mondiale, circa mezzo miliardo di persone potrebbero avere una carta SIM vulnerabile e subire il virus dell’SMS.

[via]




Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone