Già nel giugno di quest’anno, un piccolo gruppo di ricercatori di sicurezza era riuscito a trovare un modo per iniettare un codice indesiderato nei dispositivi iOS utilizzando un caricabatterie USB. Questa rivelazione può aver causato preoccupazione a moltissimi utenti, ma sembra che l’ultima beta di iOS 7 abbia risolto la suddetta falla di sicurezza.

Caricabatterie iPhone

Anche tale bug è stato scoperto diversi mesi fa, è stato ufficialmente mostrato ieri alla Convention Black Hat in corso a Las Vegas. Il team di ricerca coinvolto nel progetto ha dimostrato come siano riusciti a costruire un caricabatterie USB  per $ 45 che contiene un piccolo computer basato su Linux al suo interno progettato per compromettere il dispositivo iOS collegato in circa 60 secondi.

La buona notizia è che a quanto pare Apple si è meticolosamente dedicata a preservare la sicurezza e l’integrità dei loro prodotti e servizi rivolti al cliente. La stessa dedizione per la sicurezza è stata dimostrata anche dalla volontà dell’azienda di ricostruire l’intero sito dedicato agli sviluppatori l’attacco di tre settimane fa.

Una delle qualità più importanti dell’azienda Californiana è sicuramente la sicurezza dato che gli utenti non amano sapere che il proprio dispositivo potrebbe essere vulnerabile ad alcuni malintenzionati.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone