Avete un dispositivo iOS non recente in vostro possesso? Siete americani? Apple si è rifiutata di applicare la garanzia AppleCare offrendovi assistenza gratuita in casi di danneggiamento dovuto dai liquidi? Avete tutte le carte in regola per ottenere un rimborso!

Hooks_iPhone_back-640x426

Effettivamente, adesso è un po’ tardi per farsi sostituire, per esempio un iPhone 3G, fa comunque meglio tardi che mai. Apple ha accettato, all’inizio dell’anno, di pagare 53 milioni di dollari per via di una class action che i consumatori avevano messo in atto. Tutti coloro ai quali è stata negata assistenza in seguito a malfunzionamenti del dispositivo dovuti ai liquidi, possono quindi ottenere un rimborso ed Apple sta già provvedendo ad inviare mail di conferma.

I dispositivi che rientrano nella lista sono: iPhone (2007), iPhone 3G, iPhone 3GS, l’iPod touch, l’iPod nano, l’iPod classic e la terza generazione di iPod shuffle, i cui sensori di contatto con liquidi si sono attivati senza che il prodotto sia realmente venuto in contatto con l’acqua. Apple non offre assistenza se un dispositivo subisca danno da acqua o altri liquidi, ma risarcisce coloro i cui prodotti non sono mai stati bagnati eppure il sensore di danno si è, in qualche modo, attivato.

Per ottenere il rimborso è necessario avere la residenza negli Stati Uniti e aver visto negata l’assistenza di Apple perché l’azienda ha sostenuto che “il dispositivo è venuto in contatto con un liquido”.

[via]




Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone