Sono passati solo un paio di giorni dall’uscita nelle sale USA del film “Jobs” dedicato alla vita dell’ex CEO Apple ma sembra che la critica abbia già stroncato questa pellicola.

Jobs

La prima nota negativa del film deriva dagli incassi dato che ha riscosso “solo” 6,7 milioni di dollari d’incasso in 2.381 sale nella prima settimana di programmazione. Il risultato ottenuto dagli incassi è molto meno di quanto si aspettavano dato che avevano previsto un incasso tra gli 8 ed i 9 milioni di dollari.

Ecco quanto riportato da Box Office Mojo:

Jobs aveva un sacco di problemi, tra cui le recensioni terribili e una stella assegnata dai maggiori critici cinematografici. Ancora più gravi, sono i problemi tonali del film: mentre tante persone conoscono Jobs e lo ricorderanno dato che sono amanti della Apple, la definizione di Steve Jobs per tutti gli altri utenti che non seguono Apple si andrà perdendo. Jobs ha ricevuto un debole “B-” CinemaScore, e tutte le indicazioni indicano che la pellicola sparirà presto dalle sale.

Il film è stato stroncato dalla critica che ha dichiarato che si è trattato solo di una soap opera uscita male e l’attore che ha interpretato Steve Jobs non ha saputo rendere bene il carattere dell’ex CEO Apple limitandosi a seguire il copione senza rappresentare vere emozioni e atteggiamenti.

Vale la pena ricordare che “Jobs” ha guadagnato meno di un terzo di quanto ha guadagnato il film del 2010 “The Social Network.” sulla fondazione di Facebook che ha raggiunto il primo posto durante il primo weekend di programmazione negli Stati Uniti raggiungendo i 22,4 milioni dollari.

Non ci resta che attendere il film di Sony che ricordiamo ha acquistato i diritti della biografia ufficiale di Steve Jobs.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone