Volevamo, noi dello staff di AppleZein, rendervi partecipi di un avvenimento che, in questi giorni purtroppo, si sta verificando sotto i nostri occhi e quindi, impossibilitati a risolvere la cosa con le buone maniere, ci avvaliamo del nostro blog per poter fare giustizia a noi stessi, visto che abbiamo un canale mediatico a nostra disposizione.

20130825-200116.jpg

Tutto inizia con una recensione negativa sulla nostra app presente su App Store, iAppZein, di cui vi mostriamo adesso lo screen.

20130825-200313.jpg
Vedendo questa recensione ci siamo messi a cercare chi fosse stato il colpevole, e cercavamo di capire per quale motivo avesse scritto tale commento.
Digitando il nick su google, di questo presunto individuo, venne fuori il nome Apple Flick e scoprimmo lui esserne il fondato.
Allorché cercai di contattarlo chiedendogli spiegazioni, ma non ottenni nessuna risposta.
Altri utenti cominciarono a contattarmi dicendomi le stesse cose che, questo presunto fondatore, aveva precedentemente scritto nella recensione sulla nostra app.
Incuriositomi di tutto ciò, indagai e scoprì, nei tweak di questo fondatore di Apple Flick, un tweet davvero interessante.

20130825-201124.jpg
In questo tweet si evinceva chiaramente che qualcuno, con il nick AppleZein su AppStore, aveva commentato un’app, di cui non se ne conosceva ne il nome ne la data pubblica di tale commento.
Visto che solo io possiedo quel nick su AppStore, cercai di contattare il cosiddetto fondatore, per una delucidazione su dove avesse letto questo commento.

20130825-201358.jpg
Non avendo ottenuto risposta, navigai su App Store alla ricerca di tutte le app che avessi votato fino ad oggi, e finalmente trovai la tanto odiata recensione su un’app.

20130825-201728.jpg
La cosa che subito notai riguardava la data della mia recensione, che risaliva al 2012, ed era stata fatta su un’app fuori uso ormai da anni.
La domanda che mi venne spontanea farmi fu: “Ma a lui di Apple Flick, cosa interessa di un mio commento pubblicato 1 anno fa, riportato alla luce solo da lui, su un’app che non funziona più?
Vi mostro i commenti di tutte le altre persone che hanno commentato quell’app così da rendere l’idea di inutilizzo che aveva, e per farvi vedere dove si trova la mia recensione.

20130825-202001.jpg

20130825-202013.jpg

20130825-202025.jpg
Come si può notare, visto che l’app da anni non andava, molte persone, tra cui noi, nostri utenti e utenti e staff di altri blog, hanno preferito suggerire, via recensione, una valida alternativa ad un’applicazione ormai in disuso.
Avendo scoperto tutto ciò comincio a contattare le varie persone che, su Twitter e altri social network, avevano cominciato, grazie al fantomatico fondatore, a diffamarci su tutto il web.
Alcuni utenti sono stati così gentili da ascoltarmi e hanno capito il fatto accaduto, scusandosi pure per l’errore di valutazione che avevano commesso, dato che, il fantomatico fondatore, non aveva messo nel suo tweet ne data, ne app, ne riferimenti al commento che io avevo lasciato in quella determinata app.
Alcuni invece, come il suddetto fondatore, non hanno risposto, o hanno reagito in malo modo, infangando ancora di più il nome di AppleZein e di tutto lo staff che vi risiede e lavora giorno e notte tutti i giorni.
Permettendosi anche di votare ancora una volta la nostra app con valutazioni assurde e non vere. Dico non vere perché iAppZein fino ad oggi, funziona benissimo, anche sulle versioni beta di iOS 7.

20130825-202618.jpg
Non contenti del loro operato già compiuto, hanno continuato su Twitter a scambiarsi messaggi pubblici diffamandoci e cercando di discolparsi aggrappandosi ad eventuali denunce a nostro favore, quando noi siamo solo coloro che hanno subito in questa vicenda, e stiamo solamente raccontando i semplici fatti avvenuti che, ognuno di voi, può tranquillamente leggere sui miei account di Twitter @MirkoPonzio, e di Facebook Mirko Ponzio.

20130825-202835.jpg

20130825-202846.jpg
Allora mi chiedo nuovamente: “Ma questa gente non ha davvero nulla da fare che insultare la gente che lavora?“.
Nel frattempo, ci tengo a farvi vedere un articolo fatto da tempo tempo fa, per colmare qualsiasi disguido con siti, blog, persone animali o cose, che avessero mai avuto discussioni con noi o con me.
http://www.applezein.net/wordpress/139418/le-scuse-non-bastano-ma-ci-proviamo/
E dopo avervi incollato anche questo link, sentitevi liberi di commentare qui sotto l’articolo esponendo i vostri pareri.
Aggiornamento:
É passato un altro giorno, e noi dello staff di AppleZein ne abbiamo viste ancora di tutti i colori. Sempre a scopo informativo, vi mostriamo cosa sono in grado di fare un ragazzino ed il suo pc.
Inizio con il mostrarvi delle immagini che sembrerebbero, e dico sembrerebbero, e ridico sembrerebbero, delle scuse.

20130827-002318.jpg
Poi ha annunciato al mondo di non essere il fondatore di AppleFlick, e di essere un semplice blogger, ma… I blogger non controllano le pagine pubbliche di twitter e facebook rispondendomi come se stessi parlando con il suddetto fondatore, e non hanno scritto nel profilo twitter “CEO” di AppleFlick…

20130827-005700.jpg

20130827-005716.jpg

Saremo solo noi di AZ a notare queste piccolezze? BOH!
Ma comunque, tornando a noi, ho anche scambiato due chiacchiere con il suddetto fondatore, ovviamente lui utilizzava l’account twitter di?? Si aprono le scommesse… Ahhh giusto! Di AppleFlick ;)

20130827-011704.jpg

20130827-011717.jpg

20130827-011730.jpg

20130827-011741.jpg
Se non avete capito bene la discussione, basterà leggere dalla prima immagine, fino all’ultima, partendo dal basso di ogni immagine.
Dopo di che alcuni utenti mi fanno notare un articolo su AppleFlick, che adesso vi riporto per intero, e vi commento pezzo per pezzo.

20130827-012657.jpg

20130827-012800.jpg

20130827-012843.jpg

20130827-012909.jpg

20130827-012917.jpg
Appena finisco di leggere il tutto, la prima cosa che mi viene in mente, dopo aver letto tutte quelle stronzate, é: ma come si permette a sfottere dei nostri utenti, che, oltretutto, nella discussione non c’entrano proprio nulla?
Ho contattato le persone sfottute per avvisarle dell’accaduto, dato che non mi sognerei mai di mettere in mezzo persone che seguono il nostro lavoro, per colpa di un bambino, e queste persone di tutt’appunto, mi hanno riferito di aver intenzione di sporgere denuncia, dato che, come apounto si nota, sono state diffamate persone che non aveva alcun senso mettere in mezzo, e loro stessi si sono sentiti strumentalizzati da un bambino che loro stessi neanche conoscevano.
La seconda cosa che mi salta all’occhio, parla di mafia, diffamazione, minacce e ricatti. Dopo essermi fatto una bella risata insieme a tutto lo staff di AppleZein, vorrei RIprecisare, per i male informati, i non informati e i ciechi che non hanno letto sopra, che, nel post sopra citato, non vi é alcuno spunto di diffamazione, ma solo il racconto di fatti resi pubblici dallo stesso fantomatico fondatore, su twitter, che noi abbiamo unificato in un unico articolo, per rendere partecipi, ed informare, anche chi non avesse twitter.
Quindi, al signore che ha osato dire che sono mafioso, vorrei ricordare che la legge tutela gli insulti razzisti o a sfondo mafioso, soprattutto se detto a me che sono siciliano e catanese.
Ringrazio il cosiddetto fondatore per le belle parole e per i bei titoli mafiosi affibbiati a me.
Poi leggo “minacce”, e li, oltre a scoppiare nuovamente in una grossa risata di rassegnazione, per le stronzate dette, penso che minacciare significhi obbligare direttamente una persona a fare con la forza qualcosa di sbagliato, che essa non vuole fare. Ma per sicurezza cito il dizionario italiano del corriere della sera:
“[mi-nac-cià-re] v.tr. (ind.pres. minàccio ecc., fut. minaccerò ecc.)
• [sogg-v-arg]
Spaventare qlcu., promettendogli qlco. di male; freq. con la specificazione del mezzo usato o del male promesso: m. gli ostaggi di morte, con le armi; anche con l’arg. espresso da frase (introd. da di): ha minacciato di picchiarci”.

Per la precisione, scrivere su facebook uno stato di rabbia sul mio profilo facebook personale,perché dei bambini stanno infangando il lavoro di 4 anni e di 8 persone, non mi sembra minacciare. Sicuramente mi sbaglierò anche questa volta ;).
Poi leggo “il tutto é scoppiato a causa di un mio tweet su una recensione con scritto meglio applezein.net, questa si chiama concorrenza sleale ed é punibile per legge”. Dopo essermi fatto, per un’ennesima volta grosse e grasse risate, ripeto cosa ho scritto sopra a questo post, sempre i ciechi:
“La cosa che subito notai riguardava la data della mia recensione, che risaliva al 2012, ed era stata fatta su un’app fuori uso ormai da anni.
La domanda che mi venne spontanea farmi fu: “Ma a lui di Apple Flick, cosa interessa di un mio commento pubblicato 1 anno fa, riportato alla luce solo da lui, su un’app che non funziona più?”
Vi mostro i commenti di tutte le altre persone che hanno commentato quell’app così da rendere l’idea di inutilizzo che aveva, e per farvi vedere dove si trova la mia recensione.
Come si può notare, visto che l’app da anni non andava, molte persone, tra cui noi, nostri utenti e utenti e staff di altri blog, hanno preferito suggerire, via recensione, una valida alternativa ad un’applicazione ormai in disuso.”

Sorvolando anche questo punto del suo stupendo ed interessante articolo molto credibile, viene accusata la nostra applicazione di essere una copia, e quindi noi avremmo copiato, dell’applicazione del sito iPhoneItalia.
Allorché vi posto le date di pubblicazioni di entrambe le app.

20130827-015406.jpg

20130827-015413.jpg
Come si può notare, la nostra applicazione fu pubblicata prima, ed é possibile vederlo anche su AppStore, le date dei commenti sulla nuova grafica, a quando risalgono, e per giunta avevamo contattato lo staff di iPhoneItalia, con cui ora abbiamo un buon rapporto, chiedendo se addirittura loro avessero copiato la nostra app. Se loro acconsentono possiamo anche pubblicare le email che ho scambiato con il loro fondatore, Nicolò Canal.
Oltre il nostro sviluppatore Vincenzo Scafuto, che ha implementato nuove funzione e la nuova grazie, e il nostro grafico Jacopo Opipari, si sono ritenuti offesi di questa insinuazione di plagio di un’app, e anche loro hanno rilasciato su facebook e/o twitter, commenti di indignazione nei confronti di questa persone e delle sue assurde insinuazioni.
Ma vi sorprenderò, dopo aver cercato di risolvere tutto scusandosi, e dopo aver fatto un articolo contro noi, ancora una volta ha cambiato idea come se avesse una doppia personalità alla Hulk, o ancor meglio alla dottor Jekyll e mr Hyde, e dopo che molti nostri utenti, sapendo dell’accaduto, hanno commentato in malo modo il suo articolo e ne hanno anche parlato su facebook con alcuni suoi estimatori, vi mostriamo fra poco gli screen, ha deciso di rimuovere l’articolo e ha nuovamente richiesto scusa.

20130827-020011.jpg

20130827-020019.jpg

20130827-020028.jpg
E poi mi sento dire che il blog AppleFlick é stato messo in mezzo senza motivo. Ma allora lui perché rispondeva con i loro account ufficiali e loro si sono scusati con noi? Se non c’entravano nulla non avevano motivo di scusarsi no? Ma lasciamo stare anche queste altre follie di un ragazzino fondatore di blog.
Ecco i commenti di chi ha letto l’articolo ed é rimasto schioccato da tutto ciò.

20130827-020837.jpg

20130827-020848.jpg
In fine, dopo la brutta figura che quest’ “uomo” ha fatto, ha anche avuto il coraggio di abbandonare il blog in cui era e che ha distrutto con le sue mani, facendo, o meglio tentando, di fare richiesta per scrivere su altri blog.

20130827-021101.jpg
Dopo avervi detto tutto ma proprio tutto, e aver passano un’intera nottata a ritagliare screen, cercare prove ed altro, mi auguro che, anche i suoi “amichetti”, adesso non mi vengano a dire che ha ancora ragione perché, il sito vi ricordo che ha un regolamento non scritto di buona educazione, e chi insulta o usa termini offensivi, viene bannato e censurato, per dar modo a chi legge di non incappare in parolacce o frasi fuori luogo. Mi scuso comunque a priori se ci sono errori di battitura, punteggiatura o altro, ma l’articolo é stato fatto di notte e con una rabbia infinita dentro.
Ah! Dimenticavo… Le recensioni su appstore servono per far si che, le persone che stanno per scaricare quell’app, siano sicure di scaricare una buona app.
Quindi fare commenti sullo staff o su quello che lo staff fa nella vita personale, non ha nulla a che vedere con la valutazione di un’app.

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone