Con quest articolo vogliamo solo segnalarvi una puntata di una nota trasmissione televisiva che sicuramente non vorrete perdervi e che riguarderà Steve Jobs e il fondatore della Microsoft, Bill Gates

steve jobs, bill gates

Questa sera, su Rai 3 alle 22:55 non perdetevi l’appuntamento con Correva l’anno; il titolo della puntata è quantomai interessante e sicuramente susciterà la nostra curiosità e ci spingerà a guardarla con profondo interesse: “Steve Jobs e Bill Gates – I duellanti”

Ecco quanto scritto sul sito web della nota trasmissione di Rai Tre:

A due anni dalla morte di Steve Jobs (5 ottobre 2011) CORREVA L’ANNO propone una puntata biografica sui due personaggi-simbolo di quella rivoluzione informatica che ha caratterizzato il passaggio tra il vecchio e il nuovo secolo.

Steve Jobs e il suo ‘rivale’ Bill Gates, a metà degli Anni Settanta, hanno inaugurato l’era del computer continuando, nelle decadi successive, a sfidarsi tra loro in un duello di mosse e invenzioni a sorpresa.

Figli della West Coast, nascono lo stesso anno, il 1955, in un momento in cui gli antesignani dei moderni pc sono enormi calcolatori al servizio della guerra fredda. Frequentano svogliatamente i college californiani, ma hanno entrambi una vera fissazione per l’elettronica, la matematica, i circuiti stampati. Zelanti, ambiziosi e pieni di intuizioni iniziano a maturare esperienze che li porteranno a sviluppare professionalità e personalità diverse. Logaritmi e software sono la passione di Bill Gates, mentre Steve Jobs è decisamente più impegnato nello  sviluppo di quello che sarà chiamato hardware, cioè la parte fisica delle apparecchiature.

Accomunati dalle indiscusse capacità imprenditoriali, ciascuno ha il suo carattere, ciascuno il suo stile: più estroverso e apparentemente più rampante Bill  Gates; meno solare, ma più carismatico e con una vena mistica che lo accompagnerà tutta la vita, Steve Jobs.

Hanno costruito enormi fortune in pochissimi anni, hanno conosciuto il successo, ma anche le sconfitte e i rovesci della sorte.

Figure mitiche che attraversano l’ultimo scorcio del ventesimo secolo disegnando una parabola imprenditoriale e umana che ha lasciato un segno indelebile.

In conclusione, come di consueto un editoriale di Paolo Mieli

 

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone