In questi giorni vi abbiamo comunicato della morte di un operaio di 15 anni addetto al montaggio dei nuovi iPhone nelle fabbriche Pegatron. Sembra che Apple abbia inviato un team di medici per indagare su tale vicenda.

pegatron-office

Ecco quanto comunicato da Apple:

“Pegatron non ha trovato alcuna prova di qualsiasi legame con le condizioni di lavoro e la morte del ragazzo, ci rendiamo però conto che è di poco conforto alle famiglie che hanno perso un loro caro”  

“Apple ha un impegno di lunga data per fornire un ambiente di lavoro sano e sicuro per ogni lavoratore nella nostra catena di approvvigionamento, e abbiamo un gruppo di lavoro a Pegatron per garantire che le condizioni soddisfano i nostri standard elevati.”

Per quanto riguarda il giovane dipendente dellacatena di montaggio, il portavoce Pegatron, Charles Lin, ha dichiarato che il 15enne ha usato l’ID di un cugino di 21 anni per il lavoro, in modo che la fabbrica non sapeva che era minorenne. Pegatron, insieme con Apple, hanno concluso che le condizioni di lavoro non sono collegate alla morte del ragazzo notando che il dipendente aveva iniziato solo di recente a lavorare e le condizioni della linea di montaggio non causerebbero una malattia come la polmonite.

Al momento le indagini sono ancora in corso. Vi informeremo in caso di novità.

[via]


Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone