Solo pochi giorni fa, dopo che CEO di Apple Tim Cook ha espresso il suo pensiero circa la NSA e la trasparenza della raccolta dei dati degli utenti, Apple ha pubblicato un aggiornamento sul proprio sito, con nuove informazioni riguardanti la richiesta di dati. Il comunicato stampa della società si presenta come “Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti” e fa riferimento ad un accordo con le aziende di tecnologia, e sul modo in cui sono autorizzate a rivelare informazioni su richiesta governativa.
20140128-103902.jpg

Una dichiarazione dal DOJ spiega che l’accordo consentirà di fornire informazioni di dettaglio sul numero in questione, per la sicurezza nazionale. A causa di queste novità, Apple adesso ha il dovere, oltre che morale, legislativo, che gli impone di fornire dati sensibili quando richiesti.

Ecco il comunicato ufficiale:

Apple ha lavorato a stretto contatto con la Casa Bianca, il ministro della Giustizia americano, i leader del Congresso e il Dipartimento di Giustizia, per sostenere una maggiore trasparenza, per quanto riguarda gli ordini di sicurezza nazionale che riceviamo. Crediamo fortemente che i nostri clienti hanno il diritto di capire come le loro informazioni personali vengono gestite, e siamo lieti che il governo abbia messo a punto nuove regole che ci permettono di segnalare in modo più accurato gli ordini delle forze dell’ordine, e gli ordini di sicurezza nazionale per Stati Uniti.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone