Il Wisconsin Alumni Research Foundation, il braccio per le licenze dei brevetti dell’Università del Wisconsin, sostiene, in una causa appena presentata, che il processore A7 di Apple viola un brevetto sviluppato all’interno dell’università, che migliora l’efficienza e le prestazioni dei processori, per computer di oggi.

0203-lawsuituw-1

In discussione il brevetto della United States Patent No. 5.781.752 intitolato “Circuito speculazione della tabella, in base ai dati per l’elaborazione parallela del computer”.

Secondo la denuncia della fondazione, il lavoro dei ricercatori è stato riconosciuto come una pietra miliare nel campo dei computer di architettura dei microprocessore e del design. A Sohi, il leader del gruppo, è stato dato il Premio Eckert-Mauchly: il premio più prestigioso della comunità per l’architettura dei computer.

Apple è accusata di attuare la tecnologia del brevetto nel nuovo processore A7 a 64-bit, usandone le funzionalità su iPhone 5S, iPad Air ed iPad mini con display Retina. La denuncia sostiene che Apple era a conoscenza dell’esistenza del brevetto, perché è citata in diversi brevetti più recenti rilasciati alla società di Cupertino, in California.

La causa era necessaria secondo la fondazione sostenendo che Apple ha dichiarato che è la politica della società di non accettare o considerare proposte relative a licenze da parte di enti esterni come WARF per qualsiasi scopo.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone