In queste settimane abbiamo visto post, stati sui social, commenti, tweet, tutti inerenti ad un fatto avvenuto su AppleZein qualche settimana fa. Volevamo finalmente rendervi partecipi dell’accaduto così da depistare qualsiasi informazione falsa che si sta rapidamente diffondendo. Anche se credo che l’immagine che ho messo nell’articolo renda l’idea di cosa è successo!

AppleZein, Cacciato, Staff

Come molti di voi sapranno, sono stato lontanto da AppleZein per quasi un anno, a causa di problemi di salute. Ho viaggiato e sto continuando a viaggiare molto per risolverli.

Quando non ho scritto per circa 1 anno intero, ho lasciato il sito nelle mani di una persona, che per comodità chiameremo “Il Mendicante”.

Codesto Mendicante ha condiviso con me amicizia, lavoro, soldi e divertimento in tutti questi anni. AppleZein ha ormai 4 anni, e con lui ho lavorato per circa 3 anni.

E qui inizia la storia…

Un bel giorno di normale amministrazione, un nostro utente mi contatta su facebook dicendomi la seguente frase: “Mirko ma Il Mendicante lavora su *****?”, e io gli risposi: “no, non lavora in nessun sito Apple, dato che condividiamo equamente guadagni amicizia e tutto da anni. Non lo farebbe mai!”. Lui mi disse: “ma allora ti conviene guardare questo”, e il ragazzo mi diede i link di tantissimi articoli che Il Mendicante aveva scritto per questo sito Apple, che tra l’altro lui stesso aveva sempre e dico sempre criticato.

Io, prima di agire di conseguenza, sentendomi oltre che preso per il fondelli, anche tradito in amicizia, ho contattato ogni singolo membro del mio staff, chiedendo consigli sul da farsi, prima di agire con impulsività.

Ogni singolo membro del mio staff mi ha incitato nel cacciare dallo staff Il Mendicante, ma io prima di cacciarlo l’ho chiamato al telefono e con lui ho affrontato una discussione lunga e decisa.

Le sue giustificazioni sono state: “Mio padre ha perso il lavoro e mia madre pure, quindi avevo bisogno di più soldi per aiutarli”. Io prima di prendere la decisione ho cominciato ad effettuare ricerche su di lui, tramite altri nostri utenti che ci seguono.

E’ saltato fuori che, tutti gli accessori che gli arrivavano da recensire, che dovevano essere regalati a voi utenti, erano messi in vendita sia su ebay che su mercatini facebook. Da accordi con i produttori, tutti gli accessori che riceviamo dobbiamo regalarli tramite contest, o tramite eventi fisici come dayone o raduni. Il sito iPelle mi ha anche contattato incitandomi a togliere da ebay i loro prodotti in vendita, quando invece non erano stati messi da me ma da un account che riportava a Il Mendicante.

Dopo tutto ciò, credendo purtroppo alle sue parole, nel quale enunciava che aveva una situazione in famiglia a dir poco penosa e con gravi perdite economiche, ho fatto pace con Il Mendicante, perdonando tutte le sue malefatte. Ma lui, come segno di amicizia, prese un aereo e venne a Catania, per chiarire meglio la situazione. Abbiamo chiarito alla grande, l’ho anche portato in giro con i miei amici, organizzato un raduno a Catania di fan di AppleZein, e l’ho anche fatto dormire a casa mia.

Il mio primo quesito è stato: “Ma se non ha soldi, come fa a pagare il biglietto aereo per un viaggio pressoché inutile?”. Il mio quesito ha subito avuto risposta perché Il Mendicante, subito dopo essere tornato dal viaggio, ha deliberatamente affrontato una vacanza con la propria fidanzata, di un’intera settimana in Puglia. Il tutto a testimonianza del fatto che i soldi “gli mancavano”. Dopo qualche mese uscì l’iPhone 5S, e Il Mendicante acquistò il suddetto prodotto, sempre perché lui non aveva soldi e i suoi genitori non ne avevano a loro volta, e lui stesso aveva tradito la mia amicizia solo per mancanza di quei fottutissimi soldi.

Dopo tutte queste belle spese, che a me sembravano un’ulteriore presa per i fondelli, ho chiesto al Mendicante spiegazioni, e la sua risposta è stata: “Sono soldi guadagnati da me in passato quindi non devo darli ai miei genitori anche se siamo senza soldi”, e la mia risposta è stata: “quindi i soldi che guadagni su applezein sono da dare ai tuoi genitori, mentre il resto no? Li aiuti bene i tuoi genitori nel momento del bisogno!”. Ciò nonostante, imperterrito ho continuato a tenerlo con noi nello staff, e lui, come ormai di consueto, ha acquistato ben 200€ di cuffie, ma sempre perché lui e la sua famiglia non avevano soldi e lui doveva aiutarli, ed è per questo che ha lavorato di soppiatto, e venduto sottobanco accessori non destinati alla vendita ma al regalo per voi utenti.

Ma bando alle ciance, io e gli altri membri dello staff ce ne siamo deliberatamente fregati. Fino a quando, un bel giorno, il signor Mendicante ha fatto traboccare il vaso, ma non con una goccia, con un’intera vasca d’acqua. Il  blu ovviamente sono io…

Schermata 2014-02-11 alle 16.37.10

____________________________________

Schermata 2014-02-11 alle 16.37.32

Da notare che quel giorno ha invitato amici a casa sua per giocare alla playstation, e ha deliberatamente detto che era a lavoro, e alla fine era in giro con amici e fidanzata.

Marco Murgia, colui che ha preso il posto del Mendicante, di recente ha ricevuto delle mail di lamentala, da parte di aziende che si lamentavano per non aver ricevuto mai la recensione di un prodotto o di un’app, che avevano fornito gratuitamente al Mendicante. Marco si è dovuto giustificare dicendo che il Mendicante non faceva più parte del nostro staff per i seguenti motivi, e che per qualsiasi cosa dovevano rivolgersi all’indirizzo di casa che lui stesso aveva fornito a queste aziende. Con il passare dei giorni sono arrivate decine di mail inerenti a questo stesso argomento, e noi di AppleZein abbiamo fatto una grandissima figuraccia grazie ai comportamenti del Mendicante.

Inoltre abbiamo anche scoperto, che in alcuni articoli, c’era doppia pubblicità in quelli del Mendicante, a discapito di tutte le persone che lavorano all’interno di applezein e che hanno un solo banner.

Dopo tutto ciò, le offese alla mia salute, le prese per i fondelli in quest’ultimo anno, la mia reazione è stata pressoché delicata direi. Ho rimosso tutta la pubblicità che lui aveva messo all’interno dei suoi articoli, e cancellato ogni suo nominativo all’interno dei portali Zein, dato che non credo che una persona del genere sia degna di guadagnare ancora dopo tutto questo.

Ringrazio tantissimo le persone che hanno continuato a scrivere commenti contro me e contro AppleZein, hanno capito tutto della vita, e la maturità nel giudicare i fatti senza conoscerli è stata davvero eccezionale.

Per qualsiasi domanda o chiarimento potete contattare ogni singolo membro del nostro staff per avere delucidazioni maggiori o conferme! Ed infine vorrei precisare che il signor Mendicante è stato anche incitato a denunciarmi… L’assurdità è nel mondo di oggi!

Aggiornamento x1: Un nostro utente ci ha appena segnalato su facebook questa stupenda frase: “aaaaa ecco perché l’anno scorso non ho ricevuto il premio del torneo di Ruzzle , contattatai te Mirko e mi dicesti che se ne occupava lui, lo contattatai e mi disse che i premi li aveva inviati già ai vincitori e gli dissi che ero uno di quelli e non avevo avuto il premio e lui disse che ormai era passato già un mese…… -.-“.

Ci complimentiamo ancora una volta con il Mendicante!

Aggiornamento x2: Ciò nonostante ha anche avuto il coraggio dopo anni ed anni, senza motivo, di votare una stellina iAppZein, ma ha pensato bene di lasciare la votazione scritta positiva.

20140211-233207.jpg

 

Aggiornamento x3: Un nostro vecchio membro dello staff ci teneva a ricordare un fatto accaduto tempo fa, e noi gli diamo spazio su quest’articolo, dato che l’argomento è sempre lo stesso.

L’anno scorso, questo ragazzo, era entrato nello staff in prova per seguire il nostro tirocinio. Il ragazzo commetteva sempre molti errori, e alla fine non lo abbiamo preso. Ci teneva a mostrarmi gli screen che attestano un fatto davvero sconcertante, che purtroppo, per sua volontà, non possiamo mostrare. Il ragazzo mi ha mostrato lo screen del suo articolo finito e pubblicato ad un orario, che, per comodità, indicheremo come le 10:00. Mi mostra un secondo screen, con orario alle 12:00, in cui il Mendicante, aveva modificato l’articolo dal pannello, dato che si possono vedere i nomi di chi ha effettuato le ultime modifiche, con tantissimi errori. Il ragazzo appunto si lamentava del fatto che qualcuno modificasse i suoi articoli per farli apparire sbagliati, ed oggi mi sento in dovere di chiedere scusa a questo ragazzo, perché mi ha mostrato le prove che smascherano il colpevole, ovvero il Mendicante. Ci dispiace molto dell’accaduto, e spero tanto che il ragazzo abbia trovato un qualcosa migliore da fare nella vita, perché era valido e con grandi potenzialità.

Aggiornamento x4: Volevamo anche farvi sapere una cosa che purtroppo ci ha segnati, grazie al Mendicante. Qualche tempo fa mi contattarono dei ragazzi, del sito BeiPhone, dicendomi che stavamo copiando dei loro articoli. Io ho risposto che non copiavamo nessuno, ma loro insistendo, hanno creato un articolo in cui dimostravano che copiavamo. Indovinate chi copiava? Il Mendicante! Io vi lascio il link dell’articolo che ci vede spiacevoli protagonisti, grazie al cosiddetto Mendicante, e lascio a voi i commenti. Non mi resta che scusarmi ancora una volta con i ragazzi di BeiPhone per l’accaduto.

Aggiornamento x5: Siamo venuti a conoscenza di un altro fatto spiacevole. Il Mendicante, mentre lavorava da noi, tradiva su un altro sito, e rubava a destra e a manca, lavorava per un ennesimo blog chiamato F*****.

foto1

Aggiornamento x6: Giornata piena di scoperte direi. Con questo siamo a 3 aggiornamenti in un solo giorno. Vi faccio presente anche che è arrivata un’ennesima mail di gente che si lamenta per colpa delle ladrate del Mendicante, e sempre noi dobbiamo metterci la faccia per gli errori di un Mendicante.

foto2

 

Aggiornamento x7: Abbiamo ritrovato una delle tante mail arrivateci in redazione. Ecco un’altra email che attesta quanto il Mendicante sia stato un “birbantello”. Questa mail è stato ricevuta dal nostro Content Manager, Marco Murgia. Nella mail si può notare come la suddetta società recrimini i codici redeem che il Mendicante aveva chiesto, senza mai pubblicare la recensione. Ci teniamo anche a dirvi che il programma in questione costa 30$, quindi 30$ x 3 codici redemm = “90$” rubati!

foto 2

 

____________________________________

foto 1

Aggiornamento x8: Siamo appena venuti a conoscenza di un’altra truffa organizzata dal nostro caro Mendicante. Esiste un sito, chiamato AlVerde.net, che permette di vendere spazi pubblicitari, ad altre persone. Abbiamo recentemente scoperto che il Mendicante, vendeva, senza nessun’autorizzazione, spazi pubblicitari su questo sito, a prezzi di vendita uguali al doppio di quelli che vendevamo su AppleZein. Il trucco dove stava? Io Mirko, gli riferivo che uno spazio era disponibile, ad un prezzo pari di 150€. Se lui avesse venuto lo spazio, 75€ sarebbero stati suoi e 75€ sarebbero andati nelle casse di AppleZein. Invece, il furbetto, vendeva la pubblicità a 300€. Così facendo, dando a me i 75€, intascava ben 225€, senza ovviamente che io sapessi nulla. Vi pubblichiamo gli screen, per farvi rendere conto, ancora una volta, se non siete ancora convinti, di come il Mendicante sia un ladro, un truffatore, ed un “Mendicante”!

Schermata 2014-02-27 alle 13.06.50

 

______________________________________

Schermata 2014-02-27 alle 13.09.14

 

Aggiornamento x9 – 14/09/2014: Torniamo dopo mesi e mesi, a parlare del caro mendicante. Ci ha contattato un nostro membro dello staff, che è con noi da tantissimi anni, dicendoci che il mendicante lo aveva contattato. Incuriosito gli chiesi il perché, e lui mi rispose che il Mendicante voleva un posto letto a casa sua, perché aveva trovato lavoro a Milano.

Ma io dico, con quale faccia a chiedere un posto letto ad una persona che fa parte del gruppo che ha rovinato, derubato e sputtanato? Proprio un Mendicante, nel vero senso della parola.

Aggiornamento x10 – 14/09/2014: Un nostro utente, che ringraziamo per la segnalazione, ci ha fornito le immagini del Mendicante, mentre tenta di vendere sul famoso mercatino di Facebook, dove aveva in passato messo in vendita le custodie e gli accessori, che erano destinati a voi utenti nei contest, e che aveva appunto rubato a noi di AppleZein, il suo iPhone, ed un sacco di custodie e cover, quelle che in passato ha tenuto di nascosto all’amministrazione del sito, e di nascosto all’amministrazione dei siti a cui aveva promesso la recensione dei prodotti, sul nostro portale. Ci complimentiamo ancora una volta con te Mendicante…

Schermata 2014-09-14 alle 19.12.25

Schermata 2014-09-14 alle 19.12.45

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone