Alcune case di cura per malati di Alzheimer e demenze correlate, hanno sviluppato un progetto per aiutare i pazienti a riaccendere i propri ricordi mediante l’uso di iPod.

senior-woman-listening-to-ipod

 

Il programma utilizza gli iPod, dotati di playlist personalizzate, per contribuire a migliorare l’umore e le interazioni dei pazienti e, in alcuni casi,  per sostituire anche la necessità di assumere farmaci.

Brooke Smith, direttore della terapia ricreativa in una delle case di cura partecipanti, commenta così:

Noi… Volevamo ridurre i farmaci anti-psicotici nei nostri pazienti. Ci piacerebbe vedere una maggiore cognizione. E invece di somministrare farmaci antidolorifici, speriamo che la musica possa distogliere la loro attenzione dal dolore.

Il direttore di terapia ricreativa Kim Martinson aggiunge:

E’ incredibile vedere illuminarsi la faccia di qualcuno dei nostri pazienti quando sentono la loro musica personalizzata. Abbiamo visto un cambiamento dei comportamenti dei pazienti, a cui risulta più facile l’interazione sociale e sono più ottimisti e felici dopo aver ascoltato la loro musica. Anche il personale ha visto molti benefici fin dal primo giorno.

Chiamato “Wisconsin Music and Initiative Memory”, il programma fornisce ad ogni casa di riposo 15 modelli di iPod, anche se alcune case sono state così soddisfatte dal successo del progetto che stanno investendo in dispositivi aggiuntivi.  

Finora il programma è stato implementato per 100 case di cura, supervisionato dal Dipartimento del Wisconsin dei Servizi Sanitari, anche se questo numero è destinato ad aumentare a 135 entro questa primavera. Quasi 16.000 dei 29.000 residenti di quelle case di cura sono affetti dalla malattia di Alzheimer o demenza correlata, secondo DHS.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone