Con ogni generazione di dispositivi iOS che Apple ha rilasciato nel corso degli ultimi anni, l’azienda di Cupertino  ha continuato a rendere i suoi dispositivi meno riparabili.

ifixit-logo

 

Giovedì, il fondatore e CEO di iFixit, Kyle Wiens, ha parlato al MacWorld Expo di San Francisco sulla riparabilità dei dispositivi iOS di Apple spiegando che la ragione per cui ha costruito la sua impresa era perché non vi è alcuna informazione pubblica ufficiale per la manutenzione e la riparazione di questi dispositivi.

È un dato di fatto che Apple voglia sempre avere il pieno controllo sui suoi dispositivi, ed anche la riparazione dei device non sfugge a questa regola. Ricordiamo che la certificazione di tecnico autorizzato di Apple è valida solo per la manutenzione dei computer Mac, e non è valida per i dispositivi iOS. Proprio il fondatore di iFixit parla di come sia diventato sempre più difficile riparare questi prodotti, ma giudica impossibile riuscire a riparare i nuovi prodotti Apple senza l’autorizzazione della casa di Cupertino.

Wiens ha dichiarato:

Loro [Apple] hanno fatto tutto il possibile per mettere questi ragazzi [riparatori terzi]fuori dal mercato.

Non è una sorpresa, infatti, che l’azienda di Cupertino vuole che i suoi clienti portino i loro dispositivi ad Apple se e quando si rompono. Attualmente gli utenti avrebbero dovuto portarli ad un Apple Store e fissare un appuntamento con gli addetti del Genius Bar, ma ciò, in alcune parti del mondo, risulta essere più problematico rispetto ad altre zone.

iFixit offre da sempre importanti parti per la riparazione dei dispositivi iOS, come batterie, schermi, ecc, insieme a guide di riparazione complete (le migliori del settore), che mostrano come riparare i dispositivi con facilità.

Wiens conclude l’intervista dicendo:

Gli iPad sono difficili da smontare apposta, a differenza del Surface Pro che è impossibile da smontare perché Microsoft è incompetente.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone