Il nuovo Galaxy S5, come tutti sapete, ha palesemente copiato da Apple, il sensore d’impronte digitali. Anche se più scomodo, gli utenti lo utilizzano per sbloccare il loro smartphone Samsung. Ma c’è un problema.

IMG_3129

Recentemente Samsung è stata vittima di un atto hacker pazzesco, rivolto al suo sensore d’impronte. Dato che il sensore sblocca anche i conti PayPal, in base agli accordi e alla funzione introdotta sul Galaxy S5, molti utenti sono tutt’oggi in pericolo.

Infatti, alcuni malintenzionati, possono accedere ai dati presenti sul vostro conto PayPal, se avete impostato l’impronta digitale e non la password.

Samsung ha ovviato al problema, inserendo, nelle impostazioni di sistema, le diciture che seguono:

  • Impronta Digitale: Sicurezza Media;
  • Password: Sicurezza Alta.

Ovviamente, anche un inesperto capirebbe che l’impronta digitale è più sicura di un password, dato che l’impronta è diversa per ogni persona al mondo, e non è possibile ricrearla facilmente, mentre una password è facilmente bypassabile.

Samsung però, dato l’inconveniente con i conti PayPal, ha deciso di cambiare le idee mondiali sulle impronte digitali, screditando la stessa funzione che hanno aggiunto con tanto clamore.

Contraddizioni? Mi sa di si!

Si ringrazia Antonio Monaco per lo screen

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone