Apple ha contribuito con più aziende a donare 500 mila dollari a testa, per una donazione contro la povertà a San Francisco.

apple

Apple ha unito un elenco di aziende che hanno deciso di donare 500 mila dollari a testa per combattere la povertà. In tutto, finora sono circa 15 le aziende coinvolte che hanno firmato per l’iniziativa, tra cui Google, Zynga e LinkedIn. L’operazione è stata avviata dal CEO di Salesforce, Marc Benioff, e dal CEO di Tipping Point, Daneil Lurie. L’ obiettivo è di avere 20 aziende iscritte per Mercoledì, portando ad un contributo totale di $ 10 milioni. Quel denaro, a sua volta, sarà devoluto ai programmi di beneficenza locali.

Almeno 10 aziende hanno rifiutato di fare donazioni. Lurie osserva che, mentre alcuni di loro hanno detto che stanno già contribuendo a modo loro, altri non stanno generando ancora entrate e non vogliono dare via il denaro degli investitori. Un altro gruppo di imprese ha rifiutato per motivi ideologici, sostenendo che solo gli individui dovrebbero fare della “filantropia”, non le imprese.

Apple è diventata sempre più a favore della beneficenza dopo il passaggio da Steve Jobs all’attuale CEO Tim Cook. Aziende come Apple e Google possono avere particolare interesse a migliorare la loro reputazione a San Francisco, in quanto gli stipendi che pagano hanno contribuito alla gentrificazione. Google in particolare, ha subito delle proteste per delle navette private in città, non solo per l’effetto gentrificante ma anche a causa dell’uso della compagnia di autobus pubblici. Nel mese di febbraio ha accettato di donare 6,8 milioni dollari verso il trasporto pubblico gratuito per i bambini poveri, ma solo per due anni. Alcuni attivisti, tuttavia, sostengono che Google debba sborsare molto di più per poter usare il servizio di autobus pubblico.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone