Ragionando sugli ultimi rumors, l’iWatch potrebbe essere molto più ambizioso di quanto si pensa. Ecco a voi il perché:

apple-iwatch-concept

Come riportato da alcune fonti, alcuni recenti aggiornamenti del profilo LinkedIn indicano che Apple ha assunto ingegneri biomedici da aziende tra cui Vital Connect, Sano Intelligece, O2 Medtech e Masimo. Queste aziende producono dispositivi che controllano le funzioni respiratorie, battito cardiaco e la temperatura corporea. Quale potrebbe essere il significato delle funzioni di monitoraggio biomediche di iWatch per il consumatore normale? Sembra che Apple stia assumendo da molte delle aziende perché ha obiettivi di gran lunga più ampi e profondi rispetto al semplicemente dire alla gente qual’è la loro frequenza cardiaca.

Vital Connect ha in programma di integrare la sua tecnologia HealthPatch in ricoveri al pronto soccorso dell’ospedale, in eventuali interventi chirurgici e procedure di spedizione. Se questo obiettivo viene realizzato, sarebbe a dir poco di una rivoluzione nel sistema sanitario degli Stati Uniti in quanto vorrebbe dire introdurre l’idea di un controllo dei segni vitali per tutta la visita del paziente in modo continuo, senza giunte, wireless. Apple potrebbe avere l’interessante idea non solo di fornire alle persone un hardware di monitoraggio sanitario, ma anche un serio sforzo di migliorare la “ER”, ovvero l’esperienza di visita in ospedale? Questo sarebbe un’impresa monumentale.

Sano Intelligence sta sviluppando una patch che monitora i dati ematochimici che a sua volta vengono poi trasmessi ad uno smartphone. Il sito aziendale non presenta ancora nulla a parte lo slogan del “API per la circolazione sanguigna”. 30 milioni di Americani sono stati diagnosticati con diabete di tipo 2, quindi solo misurare i livelli di zucchero nel sangue è un grande affare. A livello globale, il diabete si sta trasformando in un’epidemia dalla Cina al Brasile.

O2 MedTech ha presentato una raffica di brevetti intorno al tema della “monitoraggio spettrofotometrico non-invasivo di una proprietà ottica del volume di tessuto”. Così come con Sano intelligence, l’obiettivo sembra essere di decifrare il più possibile sulla chimica del sangue senza pungervi con un ago. Masimo è anche nello stesso ambito: la sua tecnologia di pulsossimetria consente la misurazione non invasiva della emoglobina totale, contenuto di ossigeno del sangue, ecc.

Naturalmente, Apple potrebbe assumere persone provenienti da queste aziende senza intenzione di duplicare esattamente i progetti su cui hanno lavorato. Tuttavia, è interessante pensare che Apple potrebbe tramare per immergersi in profondità in tempo reale nella chimica del sangue, la frequenza cardiaca e l’analisi della respirazione. Questo potrebbe trasformare l’iWatch in un dispositivo di gran lunga più medico rispetto a quanto la maggior parte degli osservatori del settore hanno anticipato in precedenza.

Non è impossibile che l’obiettivo a lungo termine di Apple sia quello di integrare il dispositivo in infrastrutture sanitarie degli Stati Uniti, in particolare il settore assicurativo sanitario gigantesco ed ormai in vecchio stile. I consumatori potrebbero concedersi premi di assicurazione più conveniente se accettano di indossare gli iWatch, che potrebbero contribuire ad accelerare la risposta di attacco cardiaco, smussare i danni da diabete e anche prevedere imminenti crisi di salute come ictus? I premi assicurativi potrebbero essere legati in obiettivi per minori picchi di zucchero nel sangue, mantenimento della pressione sanguigna e requisiti di esercizio?

Questo è un territorio infido, perché i problemi di privacy sono qualcosa che è molto nel pensiero delle persone in questo momento. Ma se c’è un settore importante in America che ha un disperato bisogno di una revisione high-tech, è l’assistenza sanitaria.

E che dire, neppure noi in Italia ce la passiamo in modo eccellente. Certo, ci sono strutture efficientissime a cui va dato tutto il merito e l’approvazione, ma il sistema in generale, e la maggior parte delle strutture sanitarie pubbliche fanno acqua in più punti, ed una “rivoluzione” del genere farebbe molto comodo anche da noi.

Voi che ne dite? Fatemi sapere i vostri pensieri in merito.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone