Il Primo Giurato che ha premiato Apple con ha appena il 5,5 per cento dei $2.2 miliardi richiesti a Samsung dovuti per violazioni di brevetti, ha detto ieri che Apple dovrebbe citare in giudizio Google piuttosto che produttori di cellulari. Ecco perché:

patent

Di seguito le parole del Primo Giurato, Tom Dunham, il cui lavoro in IBM era quello di sorvegliare gli sviluppatori con l’intento di depositare brevetti:

Se davvero credete che Google è la causa alla base di questo, come credo tutti hanno osservato, quindi non tergiversate. Lasciamo che sia la corte a decidere. Ma un approccio più diretto potrebbe essere qualcosa a cui pensare […]

Era stato in precedenza suggerito che Apple potrebbe utilizzare Samsung come un obiettivo delegato, in quanto il vero obiettivo era quello di ferire Android. Dei cinque brevetti in questione, solo uno – slide to unlock – è stato un attacco specifico di Samsung, il resto è responsabilità di Android.

Questo è stato uno degli elementi di difesa di Samsung: se qualcuno ha violato i brevetti di Apple, è stato Google, piuttosto che Samsung – un argomento che è stato rafforzato dall’offerta di Google di sostenere alcuni o tutti i costi di Samsung nel caso perdesse il caso. Dai commenti di Dunham, sembrerebbe la giuria – o il suo Primo Giurato, almeno – era d’accordo.

Apple ha probabilmente deciso di citare in giudizio Samsung in quanto la società ottiene più soldi da Android di chiunque altro. Dopo essere stata premiata con una tale somma insignificante nello schema delle cose, però, sembrerebbe esserci poco da guadagnare da Apple andando contro Google direttamente, soprattutto perché ha vinto soltanto su due delle caratteristiche correlate ad Android.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone