Ieri, in questo articolo, vi abbiamo riportato che diversi utenti stavano trovando i propri dispositivi bloccati da remoto da hacker che avevano effettuato l’accesso a “Trova il mio iPhone” e avevano chiesto un riscatto per rendere i dispositivi nuovamente funzionanti.

icloud

Oggi Apple ha rilasciato una dichiarazione sul problema, rilevando che, il servizio iCloud, non è stato violato, ma gli account utente individuali sono stati compromessi attraverso il riutilizzo delle password:

Apple prende la sicurezza molto sul serio e iCloud non è mai stato compromesso. Gli utenti, però, dovrebbero cambiare la loro password ID Apple non appena possibile, e dovrebbero evitare di usare lo stesso nome utente e password per più servizi. Tutti gli utenti che hanno bisogno di un ulteriore aiuto possono contattare AppleCare o visitare il locale Apple Retail Store.

Le prime notizie dell’attacco, provenivano da utenti australiani sul forum di supporto di Apple, ma molti utenti di tutto il mondo hanno scoperto in seguito che anche loro erano stati presi di mira da hacker chiamati “Oleg Pliss”.

Finora non c’è alcuna indicazione di come esattamente i colpevoli hanno avuto accesso a questi dispositivi.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone