Apple, durante la deposizione di giovedì presso la corte distrettuale della California, ha negato che, le parole “AppStore”, insieme denotino uno store per le Applicazioni Apple.

http://www.geek.com/wp-content/uploads/2009/04/one-billion-apps-hero-20090418.png

 

Apple ha affrontato diversi giganti della tecnologia su questo punto negli ultimi tempi. A Marzo il colosso di Cupertino citò Amazon per il suo Amazon AppStore, sostenendo che la Apple ha i diritti esclusivi per quella dicitura per via del suo iTunes AppStore. Recentemente i legali della Mela Morsicata hanno preso di mira Microsoft per motivi analoghi.

Il mese scorso Amazon rispose sostenendo che il termine “AppStore” è generico che non ne dovrebbe essere concesso l’uso esclusivamente ad Apple. Amazon tirò in ballo l’American Dialect Society, che recentemente ha eletto “App” come Parola dell’Anno 2010.

La società, in risposta ad Amazon, ha ribadito che “Apple nega che ‘AppStore’ sia comunemente usato tra molte aziende per descrivere servizi mobili di download di software e nega ulteriormente che il termine ‘mercato AppStore’ sia usato per descrivere il mercato dei servizi mobili per scaricare software”. La Apple ha dunque chiesto alla corte di respingere il controreclamo di Amazon.

Tuttavia, la comunità tecnologica non ha intenzione di abbandonare la lotta per “AppStore”. La settimana scorsa Microsoft, HTC, Nokia e Sony Ericsson in un’azione congiunta hanno chiesto alle istituzioni europee di invalidare i marchi registrati dalla Apple “App Store” e “AppStore”.

Si dovrà vedere chi la spunterà a riguardo, ma se Apple dovesse vincere sarà davvero difficile per gli altri colossi scegliere il nome per i loro ‘negozi di applicazioni’!

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone