FBI è in trattative con Apple e Google per quanto riguarda le Impostazioni di crittografia dei loro dispositivi!

199340-640

E’ stato riferito che l’FBI è in trattative con Apple e Google per quanto riguarda il modo in cui i giganti tecnologici stanno migliorando la sicurezza e la privacy. Quando iOS 8 è stato lanciato, Apple ha annunciato che non sarebbe più stata in grado di decifrare i dispositivi per l’applicazione della legge. Google ha anche seguito l’esempio e ha annunciato che le impostazioni di crittografia simili sarebbe arrivate anche ad Android.

Come Apple ha osservato:

Sui dispositivi che eseguono iOS 8, i propri dati personali come foto, messaggi (allegati inclusi), e-mail, contatti, cronologia delle chiamate, contenuti iTunes, note e promemoria sono posti sotto la protezione del proprio codice di accesso. A differenza dei nostri concorrenti, Apple non può ignorare il codice di accesso e quindi non può accedere a questi dati. Quindi non è tecnicamente possibile per noi rispondere ai mandati del governo per l’estrazione di dati dai dispositivi in possesso degli utenti che eseguono iOS 8.

Tuttavia, il direttore dell’FBI James Comey si è detto ‘molto interessato’ con i passaggi che i giganti tecnologici stavano prendendo per rafforzare la privacy su dispositivi mobili.

Comey ha detto ai giornalisti:

Sono un grande credente nella norma giuridica, ma sono anche un credente del fatto che nessuno in questo paese è al di là della legge. Ciò che mi preoccupa di questo è che le società di marketing fanno qualcosa espressamente per consentire alle persone di porsi al di sopra della legge.

Mi piace e credo molto che dovremmo fare in modo di ottenere un mandato da un giudice indipendente per essere in grado di prendere il contenuto del “ripostiglio” o dello smartphone di chiunque. L’idea che qualcuno potrebbe commercializzare un ripostiglio che non potrebbe mai essere aperto – anche se si tratta di un caso che coinvolge un rapitore di bambini e di un ordine del tribunale – non ha alcun senso per me.

L’FBI dice che finora i colloqui tra le società hanno interessato solo il “marketing” dei dispositivi.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone