Il Direttore Generale di GT Advanced ha venduto $1,2 milioni in azioni prima del fallimento. Apple chiede alla corte di sigillare i documenti.

gtat-2

Apple sta cercando di mantenere segreto il suo coinvolgimento nel capitolo 11 del fallimento di GT Advanced, secondo quanto riferito, ed ha chiesto ai tribunali di presentare le sue obiezioni nel caso sigillato. Bloomberg riporta che Apple ha chiesto il permesso di mantenere segrete le sue osservazioni nel caso per evitare la divulgazione di “ricerca riservata, sviluppo, o informazioni commerciali riguardanti i processi di business di Apple”.

Nonostante le precedenti relazioni secondo cui GT Advanced chiedeva ai tribunali di rivelare ulteriori informazioni sul suo rapporto con Apple, Bloomberg riporta oggi che la società ha anche chiesto ai giudici a depositare gli atti sotto sigillo:

“Le basi per l’obiezione riguardano Ricerche riservate, sviluppo, o informazioni commerciali riguardanti i processi di business di Apple”, ha detto oggi Apple in un deposito del tribunale. La società ha detto che vuole proteggere le informazioni sensibili e rispettare i termini degli accordi di riservatezza con GT Advanced.

Il Trustee degli Stati Uniti e lo stato del New Hampshire, tuttavia, hanno presentato una richiesta al tribunale per il giudice di ordinare una comunicazione al pubblico, secondo Bloomberg: “Il controllo pubblico del comportamento di un debitore e la trasparenza nel processo di fallimento sono essenziali per promuovere la fiducia tra i creditori e le parti di interesse per quanto riguarda l’equità fondamentale del sistema fallimentare“. Il Wall Street Journal ha anche presentato una mozione chiedendo oggi al giudice di dissigillare i documenti del caso.

Alcune informazioni riguardanti l’accordo di Apple con GT Advanced sono già trapelate da quando il procedimento giudiziario è iniziato. Gli atti giudiziari hanno mostrato una pena di $50 milioni imposta da Apple per una violazione del suo accordo di riservatezza.

C’è stata qualche indicazione secondo cui i dirigenti hanno anticipato il fallimento con i rapporti dimostranti che il CEO della compagnia ha venduto circa $160.000 di azioni giorni prima che l’iPhone 6 venisse lanciato senza il display in zaffiro di GT, che era stato precedentemente scelto per fare la sua apparizione sul dispositivo. Oggi, il Wall Street Journal riporta che un altro dirigente avanzato di GT, COO Daniel Squiller, ha venduto $1,2 milioni di azioni a Maggio ed ha “impostato un piano in base al quale ha venduto altri $750.000 di azioni, oltre i successivi, già mesi prima che la società avesse presentato istanza di fallimento“.

I dettagli dei contratti di Apple con il fornitore GT Advanced sono stati tirati fuori dal momento che la società ha presentato istanza del Capitolo 11 all’inizio di questo mese. Mentre stanno chiedendo ai giudici il permesso di “rilassarsi” dalle operazioni nel suo stabilimento in Arizona, la società ha chiamato il suo accordo con Apple “oppressivo e oneroso” e ha richiesto alla corte di divulgare ulteriori informazioni sul suo rapporto con Apple. Il motivo esatto dietro a ciò che ha portato alla richiesta di fallimento rimane ancora non chiaro, ma ci sono state speculazioni sul fatto che è connesso ad un pagamento finale di $139.000.000 che, è stato riferito, è stato trattenuto da Apple.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone