Il CEO di MCX dice che l’accordo di esclusività di CurrentC, che blocca i pagamenti tramite Apple Pay, scadrà entro “mesi, non anni”.

apple-pay-currentc

Dopo due innegabilmente cattive settimane di stampa, il CEO di MCX Dekkers Davidson sembra aver cambiato il tono della società sulla politica di esclusività di CurrentC che ha spinto i rivenditori come CVS e Rite Aid a disabilitare i terminali NFC e bloccare i pagamenti sostenuti con iPhone 6 di Apple tramite il sistema Apple Pay. Davidson ha detto a Re/code in un’intervista che MCX, il consorzio commerciante dietro il concorrente di Apple Pay conosciuto come CurrentC, solleverà la politica di esclusività “nel giro di pochi mesi, non anni“.

In precedenza, l’amministratore delegato di MCX aveva solo vagamente accennato al fatto che il consorzio di vendita al dettaglio avrebbe considerato di permettere ai partecipanti di accettare sia CurrentC, che è ancora in fase di sviluppo, che Apple Pay, che è stato lanciato negli Stati Uniti all’inizio del mese scorso, dicendo che lo scenario “potrebbe essere del tutto possibile“.

Davidson ha detto a Re/code che la politica che blocca l’esclusiva di Apple Pay, Google Wallet, e altre soluzioni di pagamento basate su NFC serve per offrire ad MCX “spazio di manovra“, mentre il suo CurrentC è in fase di sviluppo. I rivenditori coinvolti nel gruppo di MCX sono contrattualmente tenuti ad accettare CurrentC e non accettare anche altri servizi di pagamento mobile come Apple Pay o rischiano potenzialmente di essere multati. Tuttavia, Meijer, una catena di supermercati che partecipano al gruppo MCX, è apertamente accettato Apple Pay presso le sue sedi, come Davidson ha notato nell’intervista.

Anche in questo caso, il cambiamento di tono è probabilmente necessario a seguito delle precedenti due settimane di attenzione sfavorevole ricevuta da MCX ed il suo prodotto CurrentC. Dopo il lancio di Apple Pay, il servizio concorrente CurrentC è diventato un obiettivo in gran parte dovuto alla politica di esclusività che ha impedito il servizio sfruttato da iPhone 6 di poter funzionare (o meglio, essere accettato) in certi rivenditori dopo che, precedente, già funzionava senza alcun problema.

Ciò ha portato ad una marea di valutazioni negative sull’App Store per l’applicazione CurrentC, che è disponibile solo nello store per i test privati​​. La situazione ha raggiunto il suo punto più basso quando MCX ha informato gli utenti di CurrentC che gli indirizzi di posta elettronica ed i codici di avviamento postale sono stati ottenuti attraverso un’attacco hacker al servizio.

Poco dopo il lancio di Apple Pay, il CEO di Apple Tim Cook ha condiviso che Apple Pay ha ricevuto oltre 1 milione di attivazioni durante le sue prime 72 ore aggiungendo che era più grande di tutti i servizi di pagamento mobile combinati. Alla domanda sulla mossa di CVS e Rite Aid per bloccare di Apple Pay dopo il suo lancio, Cook ha descritto la situazione come una “scaramuccia“.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone