Il Wall Street Journal ha riferito oggi che il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha usato gli aerei dotati di dispositivi che pongono come torri cellulari (chiamati “dirtboxes”) per raccogliere i dati da telefoni cellulari di criminali e sospetti ma l’acquisizione dei dati è stata fatta anche a persone che non c’entravano nulla.

ae

 

I dispositivi sono in grado di catturare dati da “decine di migliaia” di telefoni nel corso di un unico volo. Poiché la maggior parte dei telefoni cellulari sono progettati per connettersi automaticamente alla torre con il segnale più forte, questi dirtboxes possono facilmente ingannare i telefoni bloccandosi sul suo segnale.

Una volta che il telefono è collegato al dirtbox, invierà la sua unica informazione di identificazione da confrontare per determinare se appartiene a un criminale sospetto. In caso affermativo, l’aereo utilizzerà quindi la potenza del segnale per determinare la posizione di quella persona con una precisione di tre metri, dice il rapporto.

Le versioni più recenti del dispositivo possono andare anche oltre, con disturbi segnali cellulari, rubando i testi, foto e altri dati dal telefono.

Se il telefono è di un passeggero innocente, il dispositivo dovrebbe ignorarlo, ma le garanzie reali messe in atto per garantire che i dati non sono raccolti se si tratta di innocenti  sono sconosciuti.

Alcuni presso il Dipartimento di Giustizia si sono chiesti se questo tipo di sorveglianza sia legale.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone