La prossima generazione di iPhone di Apple potrebbe presentare il ‘più grande salto di fotocamera mai visto’, suggerisce John Gruber di Daring Fireball.

207833-1280

Nell’ultima puntata del The Talk Show podcast, Gruber trasmette un rumor che ha sentito ‘da un uccellino che conosce un uccellino’:

Fin dal 3GS, ogni anno la fotocamera di iPhone ha ottenuto un notevolmente miglioramento. Migliorandola abbastanza per far si che la fotocamera sia stata quasi la sola tentazione per avere una ragione per aggiornare il proprio dispositivo ogni anno, almeno se si ha a cuore la fotografia.

Allora, non c’è motivo perché questa cosa debba fermarsi in ogni caso, ma la cosa particolare che ho sentito è che la fotocamera dell’iPhone del prossimo anno potrebbe essere il più grande salto di fotocamera mai visto. Io non so nemmeno che senso abbia questo, ma ho sentito dire che è una sorta di strano sistema a due lenti in cui la parte posteriore utilizza due lenti e in qualche modo che riprende le immagini in qualità SLR (reflex).

In particolare, ci sono alcuni interessanti sistemi a due lenti che potrebbero benissimo essere utilizzati nella generazione di iPhone successiva. Dopotutto, l’HTC One (M8) dispone già di una Duo Camera con un modulo HTC UltraPixel ed uno speciale sensore di profondità.

Utilizzando il sensore di profondità per catturare informazioni di profondità dettagliate da una scena, la Duo Camera è in grado di creare ritratti dall’aspetto professionale – e modificare la messa a fuoco di un’immagine dopo che la foto è stata scattata con UFocus, o far spiccare il soggetto della foto in un più modo impattante modificando lo sfondo con effetti creativi che utilizzano Foregrounder. Altri strumenti ancora includono diversi elementi aggiuntivi da aggiungere per risaltare la foto.

Inoltre, una società denominata Corephotonics ha sviluppato un sistema che utilizza le due fotocamere da 13 megapixel per eseguire lo zoom ottico fino a 5 volte senza parti in movimento. Corephotonics lo descrive così:

La magia avviene quando le immagini da due lenti – una con un teleobiettivo a focus fisso con un ristretto campo di vista e l’altra con un ampio angolo normale – sono combinate insieme con i suoi algoritmi in una singola immagine.

Il software confronta le immagini da entrambe le lenti e utilizza il pixel più chiaro. Per mantenere al minimo la rumorosità il teleobiettivo è bianco e nero, lasciando più luce e migliorando la fedeltà dell’immagine finale. Ecco un video che mostra come funziona questo sensore:

Video

Apple presenta tipicamente significativi progressi della fotocamera con i suoi dispositivi di modello ‘S’, sarà interessante vedere ciò che l’azienda ha pianificato questa volta. In particolare, Sony ha appena rilasciato un nuovo sensore Exmor RS IMX230, i cui dettagli li abbiamo descritti qui. Dal momento che Apple già utilizza sensori Sony negli iPhone, si crede che l’azienda potrebbe utilizzare una variante di questo sensore sullo smartphone di prossima generazione.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone