Apple inizia ufficialmente la vendita di IAD automatizzati nel tentativo di aumentare attività di mobile advertising, per cercare di allinearsi con gli altri servizi in questo settore.

cc

 

Apple e una serie di partner hanno ufficialmente annunciato che la rete iAd ora accetta “programmatic” acquisti di pubblicità mobili, un cambiamento che porta Apple in linea con gli altri servizi di annunci.

Il piano di Apple di offrire IAD automatizzati è trapelato all’inizio di questa settimana, quando uno dei suoi partner, Rubicon, ha  accidentalmente pubblicato un comunicato stampa in anticipo. Ma quei piani, e altri partner, sono diventati ufficiali Venerdì, quando il nuovo sistema automatizzato ha debuttato.

Ad unirsi al Rubicon Project saranno altre compagnie come AdRoll e MediaMath e The Trade Desk. Queste piattaforme sono inoltre integrate con strumenti di iAd Workbench di Apple per consentire campagne pubblicitarie mirate, cross-device rivolti a utenti iPhone e iPad.

Con il cambiamento, l’inventario iAd sarà acquistato e venduto in un mercato aperto, rendendo più facile per gli inserzionisti di acquistare. L’acquisto programmatico consente agli inserzionisti di fare offerte nei posizionamenti tramite aste, in un processo che si è dimostrato popolare attraverso altre reti pubblicitarie.

Nel suo annuncio, AdRoll ha detto che i clienti saranno in grado di gestire le loro campagne attraverso “i dati raccolti tramite iTunes.” Gli inserzionisti saranno in grado di creare e aggiornare le loro campagne, analisi e recuperare e gestire le offerte in tutta iAd anche attraverso piattaforme di terze parti.

Anche MediaMath ha parlato di questa novità, dichiarando che da ora i suoi clienti potranno beneficiare di una configurazione lineare delle campagne e di una gestione semplificata.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone