Nonostante Steve Jobs ci abbia lasciato da 3 anni, il suo ricordo continua a vivere, anche nel campo dei brevetti, infatti dopo la sua morte ne sono stati registrati 141 a suo nome.

s

 

MIT Technology Review ha notato che dei 458 brevetti accreditati a Steve Jobs, quasi un terzo di questi sono stati assegnati dopo la sua morte nel mese di ottobre 2011. E’ infatti interessante notare che, ben 141 brevetti sono stati registrati a suo nome dopo la morte, un numero davvero da record, che molti inventori non riescono a raggiungere in tutta la vita.

Il primo brevetto vinto da Steve Jobs, è stato presentato nel 1980 e approvato nel 1983, è stato intitolato semplicemente ‘Personal Computer’ e riguarda i progetti dei primissimi Mac. Uno dei più recenti riguarda la progettazione del cubo di cristallo, iconico ingresso dell’Apple Store sulla Quinta Strada di New York, premiato nel mese di agosto di quest’anno.

Tra gli altri particolari brevetti depositati, troviamo il progetto dello yacht Venus che ha lui stesso commissionato, ma ha aiutato nel progetto del design.

Nonostante il suo record prolifico, FOSS Patents ‘Florian Müller dice che è discutibile il fatto che Jobs venga considerato uno dei più grandi inventori, come tanti dei brevetti relativi al design piuttosto che di tecnologie.

Yukari Iwatani Kane, ha osservato che il nome di Steve Jobs viene spesso inserito tra decine di altri nomi su domande di brevetto.

Tuttavia, Tim Wasko, che ha sviluppato l’interfaccia per l’iPod, non la pensa così, dice infatti, che i feedback, i commenti ed i suggerimenti di lavoro erano fondamentali per portare a termine i progetti.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone