Secondo un rapporto, Samsung sta progettando un rivale di Apple Pay compatibile con il 100% delle carte e dei terminali!

Cattura

Lo stesso giorno che Apple Pay raggiunto un tasso di iscrizione del 90% delle carte di credito degli Stati Uniti in termini di volume delle transazioni, Samsung starebbe progettando di lanciare un servizio di pagamento mobile rivale che funzionerebbe con il 100% di carte e terminali di pagamento già dal primo giorno.

Re/code indica che la società è in trattative con LoopPay, una startup che si descrive come “il portafoglio mobile più accreditato del pianeta“. Invece di utilizzare un chip NFC per il pagamento contactless (senza contatto), LoopPay trasmette un segnale magnetico che simula la strisciata della striscia magnetica su una carta di credito. Ciò significa che funziona con tutte le carte e tutti i terminali di pagamento, contactless o meno.

LoopPay attualmente non ha le caratteristiche di sicurezza di Apple Pay – dove un codice monouso viene trasmesso al posto dei dati della carta – ma l’azienda spera di aggiungere una funzionalità simile alla tokenizzazione in seguito. Dice inoltre di essere in trattative con Visa, un investitore in LoopPay, per quanto riguarda questo particolare.

LoopPay funziona con i telefoni esistenti vendendo una sorta di custodia per carta di credito che trasmette il segnale richiesto al lettore di schede. Se Samsung avesse concesso la licenza alla tecnologia, sarebbe in grado di incorporare il trasmettitore nei suoi terminali di fascia alta.

Mentre le strisce magnetiche sono una tecnologia che sta per diventare obsoleta, con le banche statunitensi che intendono introdurre un chip di firma elettronica o una carta con chip-and-PIN (o EMV) entro il prossimo mese di Ottobre, le nuove schede avranno ancora una striscia magnetica come ripiego. Ciò significa che i terminali per le carte con strisce magnetiche saranno in giro per un po’ di tempo, e si crede che Samsung userà l’NFC in tandem, permettendo al suo sistema di essere utilizzato sia con i terminali di pagamento vecchi che con quelli nuovi.

Il vantaggio di Samsung è che ottiene qualcosa che funziona con qualsiasi scheda e qualsiasi terminale, senza bisogno né di banche né di commercianti che firmino ed aderiscano.

Mentre né Samsung né LoopPay hanno confermato la relazione, Re/code osserva che il CEO di LoopPay Will Graylin ha detto loro all’inizio di questo mese che la tecnologia della società verrebbe incorporata in uno smartphone tradizionale nel 2015 che avrebbe “penetrazione massiccia“.

Ecco qui sotto il video di presentazione di LoopPay:

Video

La cosa interessante è che viene dichiarato che funziona anche in Italia, come è curioso che è meno sicuro di Apple Pay.

Ci sarebbero molto cose da argomentare, voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone