Una società di brevetti troll minaccia Apple con un’azione legale sulla violazione di iCloud.

1780733762_ecc4f7bf31_z

Immaginate un lavoro a vita con Apple, che non richieda di andare in ufficio tutti i giorni, dal quale non si può mai essere licenziati, ma che vi dà ancora uno stipendio garantito considerevole alla fine di ogni mese.

Se questo suona come un sogno che si avvera, a quanto pare si sta condividendo la stessa visione utopica di una piccola società denominata Hall Data Sync Technologies: una società non praticante di brevetti troll, che appena ha intentato una causa per violazione di brevetto contro Apple.

Per quanto riguarda alcune delle tecnologie utilizzate per l’iCloud di Apple, l’azienda sostiene che due dei suoi brevetti (per un “Sistema per Facilitare Costruzione e Vendita della Casa” e un “Sistema e Metodo per la Sincronizzazione dei Dati tra una Pluralità di Database”, se siete interessati) sono stati illegalmente violati da Apple – ed è alla ricerca di una royalty life-long (compenso per tutta la vita) come risarcimento.

La società ha anche intentato cause simili contro Google, SugarSync e Box Inc. negli ultimi tempi.

Nessun giudice è stato ancora assegnato al caso, ma vi terremo aggiornati se qualcosa di significativo si sviluppa.

Per quanto fastidiose devono essere cose come questa per Cupertino, quando hai a che fare con quelle cose che stanno andando così dolcemente quanto sta accadendo per Apple, non è una sorpresa che si finirà per attrarre qualche zanzara lungo la strada.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone