Apple porta Ericsson in tribunale per i brevetti LTE, sostiene che il risarcimento richiesto sia troppo elevato.

lte

Apple ha presentato una querela contro Ericsson sui diritti di licenza per i brevetti tecnologici relativi alla connettività wireless LTE. Secondo Apple, la società non ha violato i brevetti in questione, dei quali dice che non sono essenziali per lo standard di rete LTE.

Ericsson calcola il proprio risarcimento richiesto sulla base del prezzo di un portatile completo, piuttosto che solo sulla componente che integra la tecnologia brevettata.

Ericsson ha accettato di concedere in licenza questi brevetti ad Apple nel lontano 2008 subito dopo il lancio del modello originale di iPhone, che non aveva nemmeno la connettività 3G.

Se un tribunale deciderà che i brevetti di Ericsson sono infatti essenziali per lo standard LTE, Apple dice che non avrà alcun problema a pagare un prezzo equo per la licenza della tecnologia. Se Ericsson non applicherà un tasso equo, il produttore di iPhone dice che si affiderà alla corte per determinarne uno sul posto.

Secondo quanto riportato da Reuters:

“Siamo sempre stati disposti a pagare un prezzo equo per garantire i diritti degli standard dei brevetti essenziali che coprono la tecnologia nei nostri prodotti. Purtroppo, non siamo stati in grado di concordare con Ericsson su un tasso equo per i loro brevetti e quindi, come ultima risorsa, chiediamo aiuto ai giudici”, ha detto il portavoce di Apple Kristin Huguet.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone