Un pericoloso bug presente in più di 1500 applicazioni iOS metterebbe a rischio i dati più sensibili degli utenti.

Schermata 2015-04-21 alle 09.47.53

 

La colpa è di una vecchia libreria usata da più di 1.500 applicazioni per iPhone e iPad, che mette a rischio i dati più sensibili degli utenti come password e dati di carte di credito.

Queste applicazioni sono vulnerabili ad attacchi pirata che potrebbero appunto permettere a malintenzionati di rubare i dati più sensibili degli utenti.

Tutto ciò emerge da una ricerca effettuata da Simone Bovi e Mauro Gentile: le applicazioni infette utilizzano una vecchia versione dell’AFNetworking, la 2.5.1. Si tratta di un problema legato ad una libreria di terze parti e non è assolutamente un problema legato ad Apple.

I due ricercatori hanno avvisato importanti aziende quali Yahoo, Microsoft e Uber che hanno già aggiornato le applicazioni con la nuova versione 2.5.2 dell’AFNetworking correggendo così il grave bug.

Grazie ad uno strumento web messo in piedi di recente dai due ricercatori ed accessibile tramite questo link è possibile analizzare tutte le applicazioni presenti su App Store per scoprire se sono infette e procedere come meglio si crede.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone