È ormai risaputo che la Cina è il fornitore principale delle componenti, e dei prodotti Apple nel mondo. Ed è per questo che le fabbriche si stanno già preparando per iPhone 6S.

In Cina triplicano la forza lavoro per la produzione di iPhone

Anche se progettati in California, la stragrande maggioranza dei prodotti Apple vengono assemblati in Cina, utilizzando parti prevalentemente fornite dalla vasta rete di fornitori provenienti da Taiwan.

Ma tutto sta per cambiare, o meglio sta per incrementarsi, perché da oggi i produttori giapponesi faranno uno sforzo assurdo per assicurare più ordini e spedizioni dei nuovi e futuri iPhone di Apple, secondo un rapporto di DigiTimes rilasciato oggi.

Citando alte fonti industriali, la pubblicazione commerciale sostiene che il produttore dei circuiti Ibiden, ha rafforzato la sua capacità di produzione in quanto spera di sollecitare più ordini da parte di Apple.

Ibiden ha apparentemente una maggiore capacità di produzione nel suo impianto in Malesia.

Apple attualmente riceve circuiti stampati per iPhone da un diverso numero di fornitori asiatici, tra cui la Taiwan-based Unimicron Tecnologic, Unitech e Compeq Manufacturing.

La concorrenza sui prezzi è in forte aumento, sta andando ad incidere sulla redditività dei fornitori Taiwananesi. Tim Cook & Co. hanno cercato di agguantare nuovi fornitori per la costruzione dei nuove iPhone e iPad del 2015, e stanno valutando varie proposte.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone