Vi siete mai chiesti dove vanno a finire tutti gli iPhone rubati? Questa divertente storia ve lo spiegherà, ma forse solo in parte.

iPhone Rubati Casa

Iniziò tutto qualche me fa, quando Christina Lee e Michael Saba iniziarono a vivere insieme in una nuova casa.

Poco dopo il loro arrivo, una famiglia molto arrabbiata è venne a bussare alla loro porta chiedendo la restituzione di un telefono cellulare rubato. Due mesi più tardi, un gruppo di amici si recò sempre nella loro abitazione con la stessa medesima richiesta. Con il passare del tempo la cosa diventò sempre più fastidiosa, perché continuarono a venire sempre persone nuove, chiedendo perennemente la restituzione del loro smartphone.

Questi “visitatori”, che si presentavano al mattino, nel pomeriggio, e durante le ore notturne, a volte venivano accompagnati anche dagli agenti di polizia, dicendo sempre la stessa cosa, ovvero che le loro applicazioni di monitoraggio smartphone, indicavano la loro abitazione, come luogo in cui venivano detenuti i loro prodotti.

Gli smartphone ed iPhone però non si trovavano assolutamente li, infatti Lee e Saba litigavano sempre con tutti questi signori che bussavano alla loro porta.

La loro più grande paura era che qualcuno di davvero pericoloso o violento, venisse a visitare la loro abitazione, per causare dei danni ai loro beni materiali, o per fargli del male.

Dopo svariati tentativi nel cercare di trovare una soluzione valida e logica, i due si recarono nelle sedi degli operatori telefonici più vicini, chiedendo ovviamente spiegazioni. Nessuno purtroppo riuscì a dare una concreta risposta, tranne un analista, Ken Westin, che ha ipotizzato un problema alle centraline delle antenne telefoniche.

Dopo le dovute indagini, effettivamente, il problema era proprio quello! Una semplice interferenza dovuta alle troppe antenne accumulate in un unico punto, che convergeva sopra la casa dei poveri malcapitati.

[via]

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone