Per la prima volta nella storia le vendite di iPhone diminuiranno ma Tim Cook è ottimista: «Cina e Android sono dalla nostra parte».

Phone Vendite Calo Prima Volta

Se il primo trimestre ha avuto delle inceretezze ma iPhone è rimasto comunque in crescita con le vendite, il secondo trimestre potrebbe passare alla storia per essere il primo in cui Apple venderà meno iPhone di quello corrispondente dell’anno scorso. E’ questa la previsione di Tim Cook riguardo iPhone nel Q2 dove, per la prima volta dal lontano 2007, subirà un calo nelle vendite.

L’analisi è emersa ieri durante la presentazione dei risultati finanziari del primo trimestre fiscale e alla domanda di un analista riguardo un probabile futuro in discesa per iPhone, Tim Cook non ha negato la possibilità di una evidente riduzione nelle vendite del proprio smartphone. «Non pensiamo che il declino sarà così pessimistico come vogliono far credere, tuttavia è lecito presagire un Q2 difficile per iPhone». Nel confronto lo scorso anno Apple ha venduto 61 milioni di iPhone nel trimestre che termina a marzo, un numero molto alto per un periodo dove normalmente le vendite subiscono un calo dopo i regali di Natale appena passati.

Il CEO di Apple però ricorda che il record fu raggiunto per via del nuovo formato di iPhone 6 e iPhone 6 Plus che, in quei giorni, erano i primi smartphone di Apple ad avere uno schermo più grande del solito, rispettivamente da 4,7 e 5,5 pollici. A giustificare le pessimistiche previsioni ci sarebbe “un ambiente totalmente diverso da un punto di vista macroeconomico rispetto al Q2 2015” afferma Cook, dove il rafforzamento del dollaro ha portato all’ aumento dei prezzi negli altri paesi ed una conseguente riduzione nelle vendite. Cook punta sulla Cina per il rialzo nelle vendite, un paese dove ci sono ancora grandi possibilità di crescita.

[via]

 




Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone