L’attuale sindaco di Cupertino, ovvero Barry Chang, accusa Apple di star abusando della loro città, situata nel cuore della Silicon Valley.

Cupertino, Accusa, Sindaco, Apple

Una città di ben 60.000 persone, situata nel cuore della Silicon Valley, che sta per diventare un posto sempre più stretto, forse a causa di Apple. Il sindaco sostiene che, qualora Apple continuasse questo sviluppo massiccio, le infrastrutture generali non ne gioverebbero, ma allo stesso tempo porterebbe ad una maggiore congestione sulle strade in forte espansione, a molti più parcheggi, e a nuovi sistemi per il viaggio in treno. Limitando il nuovo sviluppo, si andrebbe a danneggiare l’economia regionale, e quindi la vera soluzione, sarebbero tasse più alte per i più ricchi e per le aziende come Apple.

Ottenere però, l’accordo con i politici locali per combattere Apple, è davvero difficile, ha riferito Chang. Proprio di recente ha proposto un indennizzo da parte di Apple, per la costruzione del gigantesco nuovo Campus. Per mandare avanti questa proposta, Chang avrebbe avuto bisogno di un solo altro voto “sì”, tra gli altri tre membri del consiglio. Purtroppo però, non è riuscito ad ottenere quel singolo voto.

Apple è una società davvero grande e potente a Cupertino, ed i membri del consiglio non vogliono offendere nessuno. Apple stessa ha parlato con tutti i membri, e nessuno voterà si per questa proposta.

I cittadini sono sempre più frustrati, perché continuano a vedere le loro piccole strade sempre più affollate, e quindi meno pace e tranquillità durante le ore del giorno.

 

Il sindaco insiste comunque sul fattore tasse, e non si arrenderà fino a quando non verrà portata a termine questa “retata” contro Apple.

[via]

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone