L’ex CEO di Apple, Steve Jobs, sperava che Apple Watch fosse un dispositivo utile per il campo medico, a causa della sua malattia.

Apple Watch, Steve Jobs, Medicina

Apple Watch ha recentemente festeggiato il suo primo compleanno. Anche se Apple non riferisce esattamente quante unità sono state vendute in questo arco di tempo, si stima che il numero sia intorno aia 13 / 15 milioni di unità, portando ben $ 2 / 3 miliardi di entrate nelle casse della grande azienda di Cupertino. Dobbiamo dire che non è affatto male, dato che per molti, lo smartwatch è un prodotto fallimentare.

Di recente, un membro della rivista Times, da cui abbiamo preso la notizia che vi stiamo riportando oggi, ha trascorso del tempo con alcuni dei dirigenti Apple, coinvolti con codesto progetto. Ha chiesto loro di spiegargli la reale motivazione, per la quale è stato creato tale dispositivo.

Il CEO di Apple, Steve Jobs, morto nel 2011 per un cancro al pancreas, sviluppatosi nel lontano 2004, è la reale motivazione della nascita di questo prodotto così fantastico. Durante la sua convalescenza, ed un trapianto di fegato, Jobs ha scoperto quanto il sistema sanitario possa essere davvero disarticolato. In quei momenti, si è assunto la responsabilità di cercare di mettere più in contatto pazienti e dottori.

Basta guardare quanto Apple ad oggi, punti molto sul fattore sanità, grazie ad iniziative sulla salute, studiate per persone con problemi, utili per sviluppare quella contrapposizione fra paziente e dottore.

 

Apple Watch è nato proprio per far questo! Aiutare i pazienti. Ci aspettiamo infatti, tantissime novità in campo medico sanitario, sia in questa versione del prodotto, ma soprattutto su una prossima versione, forse del 2017.

[via]

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone