Oggi, nel 2016, sappiamo perfettamente come inviare fax usando programmi desktop dedicati. E non solo.

eFax, Review, App Store

Perché la tecnologia va avanti ed il tempo ha voluto che le invenzioni una volta considerate innovative, siano ora ancor più avanzate di quanto ci si potesse aspettare. Adesso possiamo parlare di come inviare un fax dal proprio cellulare. E chi se lo aspettava dieci anni fa? Ebbene si: si può inviare un fax online da un tablet o da uno smartphone mentre si è per strada con pochissimi taps sul proprio device iOS. Non c’è più bisogno di appendersi alle dipendenze di una macchina convenzionale. Si può ricorrere ad un’applicazione sviluppata ad hoc per coloro che ricorrono al sistema operativo più diffuso tra i dispositivi mobili. Il tutto, ovviamente, mentre si è lontani dal proprio ufficio o dal vecchio, caro fax.

Trattasi di eFax, creatura della compagnia statunitense J2 Cloud Services. È di fatto un’app innovativa, capace di rendere il proprio smartphone una vera e propria macchina fax portatile in grado di ricevere ed inviare in qualsiasi momento della giornata e della vita quotidiana. Il suo successo è dimostrato dall’attuale versione, ormai stabile alla 4.5.0, che permette di trattare file pdf, screenshot del cellulare ed altri documenti come se si stesse in ufficio 24 ore su 24. Ma come funziona l’app di eFax? Il processo di set-up è molto semplice per coloro che sono nuovi al servizio. È sufficiente inserire il proprio nome, l’indirizzo e-mail, il prefisso e il numero di telefono; in seguito, si seleziona la casella per l’accettazione del contratto e si conferma la registrazione. Digitando poi le proprie credenziali, si accede alla schermata iniziale che presenta cinque sezioni principali per: inviare un fax, visualizzare la posta in arrivo e le cartelle, creare una firma e scorrere i contatti.

Naturalmente, gli utenti eFax esistenti possono semplicemente accedere con le proprie credenziali. Per inviare un fax è necessario innanzitutto fare tap su “Invia Fax”, inserendo poi un numero di telefono nel campo dell’indirizzo e compilando in maniera opzionale altre informazioni utili. Efax per iOS permette agli utenti di allegare file memorizzati localmente e file memorizzati nel cloud di applicazioni come Dropbox, il che rappresenta senza dubbio un’aggiunta incredibilmente utile. C’è un limite nella size dei files di 10 MB, ed è possibile utilizzare i tipici files da ufficio, inclusi i documenti Word, le foto, i PDF e i file immagine (tra cui BMP, JPG e TIFF).

L’applicazione manca della funzione di trasferimento di file di grandi dimensioni appartenente alla versione desktop, grazie alla quale è permesso agli utenti di inviare allegati che normalmente causano un rimbalzo di mail. Per allegare file memorizzati sul dispositivo Android basta lanciare eFax e dirigersi su Allegati > File Browser, imbattendosi successivamente nella navigazione del menu ad albero per trovare il file che si desidera (stesso procedimento per le immagini). Allegare un file memorizzato in un servizio cloud richiede invece che si avvii l’applicazione di cloud storage, facendo tap sul file da inviare fino all’apertura di un menu dal quale si può selezionare “Invia”, e quindi toccare l’icona eFax. Il processo potrebbe sembrare macchinoso, ma diventa in realtà molto naturale.

La ricezione del fax avviene normalmente nel giro di tre minuti. Non male, considerando i soldi che si risparmiano su una macchina con linea dedicata, inchiostro e carta. I fax possono essere salvati come file PDF, etichettati e archiviati, salvati nel cloud storage, o spediti di nuovo via fax o come messaggi e-mail. Qual è la grande novità? Toccando “Crea Firma” si può sfruttare la fotocamera dello smartphone per creare una firma digitale. E’ necessario puntare la fotocamera su un pezzo di carta contenente la firma e toccare il pulsante di acquisizione per scattare la foto. eFax fornirà un’anteprima, nonché la possibilità di regolare il contrasto dell’immagine. Ma se non si ha voglia di procedere in questo modo, eFax per iOS permette anche di scrivere su un file con il dito, che funziona bene se è necessario firmare e inviare un documento in movimento.

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone